Stampa l'articolo

A Savona riunione Faib dei gestori a marchio Eni per parlare del nuovo contratto
Alla presenza degli organi dirigenti di Confesercenti Savona si è svolta una riunione del comitato di colore Eni di FAIB (Federazione Autonoma Italiana Benzinai). A partecipare più di cinquanta gestori liguri venuti a discutere del nuovo contratto siglato lo scorso 12 dicembre. Relatori il presidente nazionale Martino Landi, il presidente regionale Aldo Datteri, e il presidente provinciale Marco Ferro.
Il presidente Landi, dopo aver esposto le motivazioni che hanno portato alla firma, ha chiarito ogni dubbio ai gestori circa la necessità di ripartire insieme all’azienda per poter recuperare la fetta di mercato. Durante la serata sono state avanzate proposte su alcuni aspetti, quest’ultime verranno portate nei tavoli previsti dal contratto per vedere se ci sono i presupposti per l’attuazione.
I gestori liguri, conoscendo bene lo stato di crisi che sta attraversando il paese e in particolar modo le loro gestioni, si sono resi disponibili ad attuare il nuovo contratto seppur a costo di alcuni sacrifici. Le dichiarazioni dell’azienda di fare marcia indietro sull’iperself, rimettere la centralità del gestore, abbandonare la politica degli impianti ghost, eliminare i cluster, avere condizioni eque e non discriminatorie dei prezzi, hanno fatto vedere in questo contratto una spinta di rilancio, a patto che l’azienda non si sottragga al rispetto delle normative sottoscritte.
“La forte partecipazione degli operatori - ha dichiarato il presidente provinciale Marco Ferro - ha dimostrato come venga apprezzato il costante supporto fornito dal sindacato di categoria savonese, sempre presente sul territorio e disponibile ad aiutare chiunque lo chieda”.

Stampa l'articolo