I pubblici esercizi mettono i loro servizi a disposizione degli ambulanti
Con tutta la Liguria ormai zona arancione, baristi e ristoratori di Genova si mettono a disposizione degli operatori ambulanti che ancora possono esercitare regolarmente il proprio lavoro: grazie all'iniziativa del Comune di Genova condivisa con Fiepet e Anva Confesercenti, altre associazioni di categoria e singoli operatori, i locali rimasti aperti per la sola attività di asporto daranno la possibilità agli operatori mercatali di usufruire dei loro servizi igienici. A rimanere comunque interdetta sarà, naturalmente, la somministrazione di bevande e alimenti in loco.
 
«Non possiamo che ringraziare i colleghi baristi e ristoratori per la manifestazione di vicinanza che una pur semplice iniziativa come questa esprime e l'assessore Bordilli e l’Ufficio Commercio per essersi fatti carico immediatamente, ed in maniera fattiva, del problema - commenta Roberto Zattini, responsabile Anva Confesercenti -. Questa sinergia è la dimostrazione che l'unione fa la forza, specie in tempi difficili come quelli che stiamo attraversando. Colgo inoltre l'occasione per sensibilizzare la cittadinanza rispetto al fatto che, nonostante le limitazioni vigenti, i mercati sono aperti e normalmente fruibili da tutti, pur nel doveroso rispetto delle norme di igiene e distanziamento sociale. Il momento è complesso, perché i frequentatori del mercato sono sempre di meno, e sempre meno sono i soldi rimasti nelle tasche della gente: anche per questo, rinnovo l'appello al corretto utilizzo della mascherina e al ricorso a tutti gli accorgimenti utili a limitare il contagio, perché in questo modo si salvano delle vite e si contribuisce ad uscire il prima possibile da una situazione che, ogni giorno, si fa sempre più insostenibile per migliaia di imprese, di ogni settore».
 
«Con questa iniziativa, baristi e ristoratori vogliono dare un aiuto tangibile, per quanto semplice, agli ambulanti, consapevoli della difficoltà comuni a tutte le tipologie di attività commerciale. In particolare - spiega Paolo Barbieri, responsabile Fiepet Confesercenti Genova - si vuole mettere in luce il valore di bar e ristoranti, che non si esaurisce nell'attività di somministrazione ma assolve anche ad una funzione di presidio che oramai davamo per scontata e della quale, invece, percepiamo appieno l'importanza proprio nel momento in cui, a causa della proclamazione della zona arancione, è venuta a mancare. Consentire a chi lavora a piano strada, e non ne dispone, di accedere ai servizi igienici, rientra tra queste funzioni».
 
Marco Gaviglio
 
Rassegna stampa:

Novità giuridiche finanziarie
Lo stabilisce la legge di bilancio pubblicata in Gazzetta ufficiale lo scorso 29 dicembre. Ogni datore di lavoro dovrà dunque corrispondere la retribuzione solo ed esclusivamente con un bonifico su conto corrente, con strumenti di pagamento elettronico, tramite assegno oppure in contanti, ma solo presso sportello bancario o postale.
Il lavoratore avente diritto alla corresponsione della Naspi può richiedere la liquidazione anticipata a titolo di incentivo all'avvio di un'attività lavorativa autonoma, come stabilito dall'Inps in una circolare contenente precisazioni in merito alla compatibilità delle indennità di disoccupazione con alcune tipologie di attività lavorativa e di reddito.
Vengono introdotte regole più stringenti per l'utilizzo in compensazione dei crediti tributari prevedendo, in generale, una riduzione a 5mila euro della soglia al di sopra della quale è obbligatoria l'apposizione del visto di conformità nonché l'obbligo di utilizzo dei servizi telematici dell'Agenzia delle entrate per le compensazioni di qualunque importo.
Lavoro e contrattualistica
La misura rientra nell'ambito dell'accordo collettivo territoriale sottoscritto lo scorso 10 dicembre da Confesercenti, che estende a tutte le aziende associate della Città metropolitana di Genova la possibilità di applicare le deroghe ed esclusioni per le assunzioni a tempo determinato già previste per le aziende stagionali.
Mercato del Lavoro - Cassa integrazione - Detassazione - Apprendistato - Conciliazione - Attività Rlst
L'intesa sottoscritta lo scorso 7 settembre con Cgil, Cisl e Uil riguarda la rappresentanza ed il modello contrattuale e servirà da cornice ai futuri rinnovi dei contratti relativi a Servizi e Turismo. Il commento del presidente di Confesercenti Liguria Marco Benedetti e dei rappresentanti sindacali.
Confesercenti Liguria - Codice Fiscale 95005740105 - Giornale On line - Copyright © Confesercenti Liguria All rights reserved - Credit  -  Informativa sui cookie