Covid-19, informativa di Confesercenti Genova sul Decreto #CuraItalia
Quali sono le prime possibilità di accesso al credito a disposizione delle imprese costrette a chiudere o comunque a limitare la propria attività per l'emergenza coronavirus? Quali le condizioni della moratoria su mutui e prestiti ed il credito di imposta sui canoni di locazione?

E ancora: quali sono, precisamente, le attività esentate dall'obbligo di chiusura disposto dal decreto #CuraItalia? Quali gli ammortizzatori sociali previsti, e le modalità di erogazione del contributo di indennità di 600 euro da parte dell'Inps?

Confesercenti Genova ha redatto un'informativa, qui scaricabile, per dare risposta a queste e altre domande che, certamente, tutti i titolari di piccole e imprese si stanno facendo in questi giorni di grande confusione.

L'associazione precisa di aver ritenuto sin da subito insufficienti le attuali misure a sostegno delle attività, e di avere pertanto inviato proposte urgenti di modifica del decreto e la richiesta di attivazione di nuovi interventi a supporto dei settori colpiti dalla crisi in atto.

Per ogni altro chiarimento o necessità gli uffici Confesercenti sono a disposizione al numero di telefono 010.2485129, alla mail genova@confesercenti-ge.it e su WhatsApp e Telegram al numero di cellulare 345.6553699.
 
 
Al seguente link è invece disponibile una seconda informativa relativa alle modifiche introdotte dal dpcm del 22 marzo, in particolare per quanto concerne sospensioni e chiusure delle attività imprenditoriali e modalità di consegna a domicilio.

Novità giuridiche finanziarie
Lo stabilisce la legge di bilancio pubblicata in Gazzetta ufficiale lo scorso 29 dicembre. Ogni datore di lavoro dovrà dunque corrispondere la retribuzione solo ed esclusivamente con un bonifico su conto corrente, con strumenti di pagamento elettronico, tramite assegno oppure in contanti, ma solo presso sportello bancario o postale.
Il lavoratore avente diritto alla corresponsione della Naspi può richiedere la liquidazione anticipata a titolo di incentivo all'avvio di un'attività lavorativa autonoma, come stabilito dall'Inps in una circolare contenente precisazioni in merito alla compatibilità delle indennità di disoccupazione con alcune tipologie di attività lavorativa e di reddito.
Vengono introdotte regole più stringenti per l'utilizzo in compensazione dei crediti tributari prevedendo, in generale, una riduzione a 5mila euro della soglia al di sopra della quale è obbligatoria l'apposizione del visto di conformità nonché l'obbligo di utilizzo dei servizi telematici dell'Agenzia delle entrate per le compensazioni di qualunque importo.
Lavoro e contrattualistica
La misura rientra nell'ambito dell'accordo collettivo territoriale sottoscritto lo scorso 10 dicembre da Confesercenti, che estende a tutte le aziende associate della Città metropolitana di Genova la possibilità di applicare le deroghe ed esclusioni per le assunzioni a tempo determinato già previste per le aziende stagionali.
Mercato del Lavoro - Cassa integrazione - Detassazione - Apprendistato - Conciliazione - Attività Rlst
L'intesa sottoscritta lo scorso 7 settembre con Cgil, Cisl e Uil riguarda la rappresentanza ed il modello contrattuale e servirà da cornice ai futuri rinnovi dei contratti relativi a Servizi e Turismo. Il commento del presidente di Confesercenti Liguria Marco Benedetti e dei rappresentanti sindacali.
Confesercenti Liguria - Codice Fiscale 95005740105 - Giornale On line - Copyright © Confesercenti Liguria All rights reserved - Credit  -  Informativa sui cookie