Welfare aziendale, debutta a Genova il “Maggiordomo di quartiere”
maggiordomo di quartiereUna nuova figura sta per arrivare in città: è il “Maggiordomo di quartiere”, un servizio gratuito per aiutare i titolari e i dipendenti di esercizi commerciali e studi professionali negli adempimenti amministrativi e burocratici, che Confesercenti Liguria sperimenterà quest’estate in via Luccoli, nel cuore del Centro storico di Genova.

«Scopo del Maggiordomo di quartiere – spiega Marco Benedetti, presidente di Confesercenti Liguria – sarà quello di fornire assistenza a tutta la cittadinanza per tutte quelle commissioni che, spesso, occupano le nostre giornate, come ad esempio l’invio e la ricezione di lettere, raccomandate e pacchi postali o il pagamento di bollettini».

L'iniziativa si inserisce nell'ambito del più ampio progetto "Dal welfare aziendale al welfare territoriale" promosso lo scorso anno dalla Regione Liguria, la cui cabina di regia è stata affidata a Confindustria Liguria. L'obiettivo è integrare i servizi di welfare pubblici, privati e del terzo settore, attraverso quattro macro-sperimentazioni relative, rispettivamente, ai servizi per infanzia e adolescenza; anziani; persone non autosufficienti; servizi salva-tempo.

Una delle quattro sperimentazioni che verranno condotte è quella, appunto, del Maggiordomo di quartiere, per la quale Confesercenti Liguria è stata individuata come ente capofila. «Da sempre – spiega ancora Benedetti – Confesercenti considera il welfare un elemento essenziale per lo sviluppo delle nostre imprese. Per questo, ad esempio, è stata creata Hygeia, una mutua che offre un piano di assistenza sanitaria completo e senza costi aggiuntivi per chi si associa a Confesercenti. D'altra parte registriamo quotidianamente la difficoltà di portare i temi del welfare aziendale nelle nostre microimprese e pensiamo che questo sia più facile in una dimensione aggregata, come quella di un Centro Integrato di Via e ancor più di un intero quartiere o di una comunità».

Dove si svolgerà la sperimentazione?
La scelta di Confesercenti è ricaduta su via Luccoli, in pieno Centro storico di Genova. «Abbiamo individuato questa strada – spiega Benedetti – perché sita nel cuore pulsante della città e perché, da sempre, i suoi operatori commerciali si sono impegnati in attività a beneficio dell'attrattività e della qualità della vita di tutto il quartiere, grazie soprattutto all'impegno della storica Unione Operatori Economici trasformatasi, lo scorso anno, nel Civ di Via Luccoli».

Come funziona il servizio e cosa offre?
Due persone si sono rese disponibili presso il chiosco di piazzetta Luccoli, dal lunedì al sabato dalle ore 8 alle ore 18 e fino al 10 agosto prossimo. La gamma dei servizi offerti è molto vasta: ricevimento e consegna di raccomandate e pacchi postali agli esercizi di zona e a domicilio; pagamento dei bollettini; monitoraggio degli anziani; ritiro delle ricette; consegna dei farmaci; svolgimento di piccole manutenzioni domestiche; monitoraggio di case e uffici durante le vacanze; cura di piante o piccoli animali domestici; erogazione di informazioni sulla vita di quartiere (offerte, feste, eventi), e assistenza nella ricerca di badanti, colf, babysitter o dogsitter.

Chi ha collaborato al progetto?
Un ringraziamento particolare va alla vicepresidente della Regione Liguria Carla Viale e all’assessore Ilaria Cavo, nonché all'assessore comunale al commercio Paola Bordilli che ha messo a disposizione il chiosco di piazzeta Luccoli gratuitamente, al Consorzio Sociale Agorà cui è stata affidata la realizzazione del progetto, e al Civ di via Luccoli per il supporto tecnico.

Marco Gaviglio

 

Leggi anche su:


Novità giuridiche finanziarie
Lo stabilisce la legge di bilancio pubblicata in Gazzetta ufficiale lo scorso 29 dicembre. Ogni datore di lavoro dovrà dunque corrispondere la retribuzione solo ed esclusivamente con un bonifico su conto corrente, con strumenti di pagamento elettronico, tramite assegno oppure in contanti, ma solo presso sportello bancario o postale.
Il lavoratore avente diritto alla corresponsione della Naspi può richiedere la liquidazione anticipata a titolo di incentivo all'avvio di un'attività lavorativa autonoma, come stabilito dall'Inps in una circolare contenente precisazioni in merito alla compatibilità delle indennità di disoccupazione con alcune tipologie di attività lavorativa e di reddito.
Vengono introdotte regole più stringenti per l'utilizzo in compensazione dei crediti tributari prevedendo, in generale, una riduzione a 5mila euro della soglia al di sopra della quale è obbligatoria l'apposizione del visto di conformità nonché l'obbligo di utilizzo dei servizi telematici dell'Agenzia delle entrate per le compensazioni di qualunque importo.
Lavoro e contrattualistica
La misura rientra nell'ambito dell'accordo collettivo territoriale sottoscritto lo scorso 10 dicembre da Confesercenti, che estende a tutte le aziende associate della Città metropolitana di Genova la possibilità di applicare le deroghe ed esclusioni per le assunzioni a tempo determinato già previste per le aziende stagionali.
Mercato del Lavoro - Cassa integrazione - Detassazione - Apprendistato - Conciliazione - Attività Rlst
L'intesa sottoscritta lo scorso 7 settembre con Cgil, Cisl e Uil riguarda la rappresentanza ed il modello contrattuale e servirà da cornice ai futuri rinnovi dei contratti relativi a Servizi e Turismo. Il commento del presidente di Confesercenti Liguria Marco Benedetti e dei rappresentanti sindacali.
Confesercenti Liguria - Codice Fiscale 95005740105 - Giornale On line - Copyright © Confesercenti Liguria All rights reserved - Credit  -  Informativa sui cookie