BENZINAI - Scarica il n. 10 del 28/06/2018 di Faib Informa, il notiziario di Faib Confesercenti    |    Nuovi orari per gli uffici Confesercenti di Sestri Levante: il lunedì, mercoledì e giovedì dalle 9 alle 12 e dalle 14 alle 17 e il martedì dalle 14 alle 17.    |    Competenze per i nuovi imprenditori - PARTECIPA AL SONDAGGIO    |    Il futuro è semplice, il futuro è... #ConConfesercenti (guarda il video)    |    
Le proposte di Confesercenti al Comune per il rilancio del commercio genovese

incontro Confesercenti-BucciEdicole 4.0, navetta Carignano-centro storico, riqualificazione del mercato coperto di via Isonzo e istituzione delle Giornate del Commercio genovese: sono solo alcune delle idee lanciate da Confesercenti e raccolte dal sindaco di Genova Marco Bucci per il rilancio della città, in occasione della presidenza dell'assocazione convocata nella serata di mercoledì 10 gennaio e alla quale ha partecipato, oltre al primo cittadino, anche l'assessore allo sviluppo economico Paola Bordilli.

«Abbiamo apprezzato gli sforzi della giunta in questi primi mesi di mandato, e l'incontro avuto mercoledì intende proprio favorire il prosieguo di questo nuovo percorso all'insegna della collaborazione e dell'ascolto reciproco tra l'amministrazione e le associazioni di categoria - spiega il presidente di Confesercenti Genova, Massimiliano Spigno -. Il rilancio della città deve infatti passare per la creazione di nuovi posti di lavoro e nuove occasioni di sviluppo, e da questo punto di vista gli interessi delle imprese e delle istituzioni non possono che coincidere».

Molte, si diceva, le iniziative messe sul tavolo da Confesercenti, a cominciare dal progetto "Edicole 4-0" illustrato da Cristian Cartosio, presidente di Fenagi Genova (giornalai): «Ogni anno nella nostra città chiudono il 20% delle edicole superstiti, trascinate da una crisi dell'editoria che ha naturalmente in noi rivenditori l'ultimo e più debole degli anelli. Per questo è necessario reinventare la nostra professione attraverso la digitalizzazione, grazie alla quale le edicole tradizionali possono fornire al cittadino servizi un tempo impensabili, come la segnalazione in tempo reale degli allerta meteo o l'erogazione di certificati anagrafici per conto del Comune, oltre a fungere da hotspot per la connessione wifi. Chiediamo, infine, che il cambio di destinazione d'uso per i tanti chioschi ormai dismessi avvenga di concerto con l'amministrazione e i Civ, per individuare nuovi possibili utilizzi compatibili, e non in contrasto, con il tessuto locale».

La presidente Fismo (settore moda) Francesca Recine ha invece illustrato l'idea di istituire delle Giornate del Commercio per promuovere il retail genovese, proposta presentata in occasione degli Stati generali dell'economia e recipita dal Comune negli obiettivi 2018 per il commercio: «L'intenzioe è quella di mettere l'accento prima di tutto sulla qualità, la professionalità e la varietà della nostra offerta. Per questo abbiamo pensato a diverse giornate caratterizzate da eventi a tema il cui filo conduttore sia la valorizzazione dei marchi riconosciuti come Botteghe storiche e dei ristoranti di Liguria Gourmet, passando per happening moda coordinati dai Civ all'interno dei singoli negozi, il connubio arte e shopping e un hackathon sulle soluzioni web per il commercio». Altro progetto in cantiere da parte di Fismo è la creazione di un marchio di qualità per gli esercizi di vicinato a conduzione diretta.

Sempre dal settore abbigliamento arriva poi la richiesta della vicepresidente di Confesercenti, Francesca Pescetto, di «inserire nel nuovo Piano urbano della mobilità una navetta che metta in collegamento il Porto antico e il Centro storico con i quartieri collinari di Carignano e Acquasola, facilitando così il flusso di cittadini e turisti tra le parti alta e bassa della città».

Ancora, il presidente Fiesa (alimentaristi) Stefano Vagge ha illustrato il progetto per la riqualificazione del mercato coperto di via Isonzo, chiedendo il supporto del Comune attraverso la garanzia fideiussoria del finanziamento che gli operatori dovranno sostenere, mentre Gabriella Dapelo di Federfranchising ha annunciato per il 14 giugno una nuova edizione genovese del Franchising Day, evidenziando le potenzialità di questa tipologia di attività in tempo di crisi: UN più contenuto rischio di impresa, una maggior visibilità data dall'appoggiarsi a brand riconosciuti. Visibilità e comunicazione che, d'altra parte, sono ormai imprensindibili per qualsiasi tipo di impresa, come sottolineato anche dal vicepresidente Fiepet (pubblici esercizi) Matteo Zedda a proposito del successo ottenuto dalla prima edizione di “Tartufando”, evento a cura del Civ Sarzano Sant'Agostino che a metà novembre ha portato in centro storico 8mila visitatori in arrivo anche da fuori Regione e costituisce un modello di integrazione con il territorio.

Sempre a proposito degli eventi, il vicedirettore provinciale di Confesercenti Paolo Barbieri ha sottoposto al sindaco Bucci il progetto “Locali in musica”, che mira ad un protocollo di intesa per la realizzazione di concerti nei mesi invernali nelle attività al chiuso per migliorare la qualità dei locali e favorire il matching tra pubblici esercizi ed artisti interessati ad esibirsi: «La musica dal vivo è, da sempre, uno degli elementi di maggiore attrazione per un locale, eppure chi voglia organizzare eventi di questo tipo deve fare i conti con la burocrazia e i costi spesso esorbitanti, con il rischio poi di dover comunque annullare la serata all'ultimo momento a causa del maltempo. Per questo abbiamo pensato ad un'intesa specifica per la bassa stagione, in modo da rendere la movida genovese appetibile e vivace anche in inverno, e più in generale chiediamo al Comune di porsi come soggetto facilitatore nei confronti dei pubblici esercizi. Ne va del biglietto da visita che vogliamo dare ai nostri concittadini e ai turisti».

Da parte sua, il sindaco Bucci ha accolto con interesse molte delle proposte ãvanzate da Confesercenti: «Quello che ci chiedono gli edicolanti rappresenta il futuro, da parte dell'amministrazione c'è quindi la massima disponibilità a ragionare sul progetto della digitalizzazione dei punti vendita. Stesso discorso per quanto riguarda la musica dal vivo nei bar e ristoranti, così come c'è l'impegno del Comune a concedere la garanzia fideiussoria agli operatori del mercato per il restyling della struttura. L'istutizione di un servizio di navette che colleghi il Porto antico con Carignano e con l'Acquasola è un'altra richiesta interessante su cui ragionare, di sicuro dovrà comunque trattarsi di un veicolo elettrico perché è nostra intenzione fare di Genova la prima città italiana  con un centro completamente libero dai combustibili fossili».

La proposta delle Giornate del Commercio ha invece trovato conferme nell'impegno dell'assessore allo sviluppo economico Paola Bordilli: «Siamo pronti a sostenere fortemente gli eventi dei Civ che sempre più animano la nostra Genova, città sempre più turistica. Vogliamo ascoltare qualsiasi idea che abbia come obiettivo la valorizzazione del commercio, così come condividiamo l'attenzione espressa da Confesercenti per la digitalizzazione delle imprese. A questo proposito, ad esempio, perché non pensare ad un portale di e-commerce sfruttato anche dai negozi genovesi?». Bordilli ha risposto ai commercianti anche a proposito dei patti d'area: «Di fronte alle negatività della legge Bersani, essi sono uno strumento in cui crediamo, come dimostrano i nostri sforzi fatti, in termini di controlli e di sanzioni erogate, per far rispettare in particolare quello di Pré. La logica che sta alla base dei patti d'area non può però essere meramente contenitiva rispetto alle situazioni di abusivismo e degrado: dobbiamo puntare anche a crescere ed offrire strumenti aggiuntivi alle imprese. Nei prossimi mesi studieremo con le associazioni di categoria ogni strumento utile al governo della rete distributiva».

 

Marco Gaviglio

 

Leggi anche su:


Novità giuridiche finanziarie
Lo stabilisce la legge di bilancio pubblicata in Gazzetta ufficiale lo scorso 29 dicembre. Ogni datore di lavoro dovrà dunque corrispondere la retribuzione solo ed esclusivamente con un bonifico su conto corrente, con strumenti di pagamento elettronico, tramite assegno oppure in contanti, ma solo presso sportello bancario o postale.
Il lavoratore avente diritto alla corresponsione della Naspi può richiedere la liquidazione anticipata a titolo di incentivo all'avvio di un'attività lavorativa autonoma, come stabilito dall'Inps in una circolare contenente precisazioni in merito alla compatibilità delle indennità di disoccupazione con alcune tipologie di attività lavorativa e di reddito.
Vengono introdotte regole più stringenti per l'utilizzo in compensazione dei crediti tributari prevedendo, in generale, una riduzione a 5mila euro della soglia al di sopra della quale è obbligatoria l'apposizione del visto di conformità nonché l'obbligo di utilizzo dei servizi telematici dell'Agenzia delle entrate per le compensazioni di qualunque importo.
Rapporti con il fisco e previdenza
Uniformato il trattamento tra titolari di reddito di impresa e titolari di reddito di lavoro autonomo. Un altro decreto in dirittura d'arrivo, inoltre, stabilisce la proroga al 31 ottobre del termine per la presentazione del modello 770 e delle dichiarazioni su redditi e Irap.
L'Agenzia delle Entrate ha precisato che anche per i lavori avviati nell'anno in corso sarà possibile usufruire dell'agevolazione, applicabile all'acquisto di mobili e grandi elettrodomestici nuovi per un tetto di spesa di 10mila euro per appartamento.
Agenzia delle Entrate e Ministero dello Sviluppo economico specificano per quali categorie di beni scattino la proroga del super ammortamento e l'introduzione dell'iper ammortamento, una maggiorazione del 150% del costo di acquisizione di determinati beni ai fini della deduzione delle quote di ammortamento e dei canoni di locazione finanziaria.
Lavoro e contrattualistica
L'intesa sottoscritta lo scorso 7 settembre con Cgil, Cisl e Uil riguarda la rappresentanza ed il modello contrattuale e servirà da cornice ai futuri rinnovi dei contratti relativi a Servizi e Turismo. Il commento del presidente di Confesercenti Liguria Marco Benedetti e dei rappresentanti sindacali.
L'accordo offre alle aziende aderenti a Confesercenti e all'Ente bilaterale di poter usufruire dei regimi agevolati previsti. Per maggiori informazioni e assistenza negli adempimenti necessari, si rimanda ai referenti Federico Bozzo (tel. 010-2485111) e Cristina D'Arienzo (tel. 010-2485113).
Previsti incrementi salariali di 26 euro per i dipendenti dei panifici artigianali e di 27 euro per quelli a indirizzo produttivo industriale; una rivisitazione del contratto di apprendistato, nuovi limiti all'utilizzo del tempo determinato, l'introduzione del "lavoratore di primo impiego" e del "regime di reimpiego".
Sviluppo e creazione d'impresa
Il servizio, offerto da Invitalia, mette a disposizione 50 milioni di euro sotto forma di prestiti a tasso zero a favore della nuova imprenditorialità rivolta ai giovani under 35 e alle donne. Gli uffici di Confesercenti sono a disposizione delle imprese per assistenza nella compilazione della domanda.
Di seguito un estratto dalle banche dati della rete Enterprise Europe Network relative alla ricerca di partner per progetti di ricerca e innovazione finanziabili dal programma Horizon 2020, nonchè alle richieste di collaborazioni tecnologiche e commerciali inerenti diversi settori di attività.
Lo strumento consiste in un fondo rotativo nazionale per finanziare iniziative di autoimpiego e di autoimprenditorialità agli under-30 iscritti a Garanziagiovani, attraverso credito agevolato: erogherà prestiti a tasso zero per importi da 5mila a 50mila euro. Domande a partire da metà gennaio.
Confesercenti Liguria - Codice Fiscale 95005740105 - Giornale On line - Copyright © Confesercenti Liguria All rights reserved - Credit  -  Informativa sui cookie