Nasce #OGWiFi, il progetto per la mappatura gratuita del WiFi a Genova
Una mappatura gratuita dei locali e degli esercizi di vicinato che forniscono il WiFi, mettendolo a disposizione del pubblico gratis o a pagamento, per avere la possibilità in qualsiasi momento di poter sapere qual è la connessione più vicina, gustare un caffè e controllare la posta, fare shopping e postare i propri acquisti su Facebook, inviare a casa una foto dei luoghi appena visitati e tanto altro. Questo in sintesi è OGWiFi, progetto di Open Genova realizzato in collaborazione con Confesercenti e patrocinato dal Comune di Genova.
 
Principali caratteristiche del progetto
Il progetto è open in tutti i sensi, i dati sono infatti raccolti con licenza Creative Commons 3.0 perché possano essere utilizzati e messi a disposizione di tutti. Qualsiasi impresa, socia o non socia, può aderire in maniera totalmente gratuita ed in qualsiasi momento, semplicemente compilando la modulistica. Qualsiasi associazione – culturale, di volontariato, di categoria – può sostenere il progetto e diventarne partner. OGWiFi è realizzato esclusivamente grazie al volontariato delle persone che ci lavorano con il proprio tempo, la propria passione e la voglia di fare qualcosa per Genova. Tutti gli esercizi inseriti saranno ovviamente geolocalizzati e avranno a disposizione una scheda sintetica, in italiano e inglese, contenente le caratteristiche della connessione WiFi, i contatti dell'attività e, se lo desiderano, una breve descrizione del locale e/o il link al proprio sito, pagina Facebook, account Twitter, ecc, nonché eventuali foto.
 
Tutto il materiale del progetto, descrizione, schede di adesione e contatti, può essere reperito su www.opengenova.org e su questo stesso sito, www.confesercentiliguria.it
 
«Open Genova – spiega il coordinatore del progetto, Enrico Alletto – nasce con l'obiettivo primario di stimolare l'innovazione nella nostra città anche attraverso collaborazioni con realtà “aperte” che già operano sul territorio. Il Progetto OGWiFi copre in una sola volta almeno tre dei nostri temi: Opena Data, Free WiFi e sviluppo della Banda Larga. Sviluppatori esterni potranno per esempio accedere ai dati da noi messi a disposizione sotto licenza Creative Commons 3.0 e ricavarne un App per Smartphone. Noi pensiamo che questo progetto potrà fare da volano alla diffusione della connettività e dei servizi ad alto contenuto tecnologico a Genova. L'associazione lavora da ormai oltre un anno in questa direzione».
 
«Desidero prima di tutto ringraziare OpenGenova per l'opportunità che ci ha dato di collaborare a questo progetto – sottolinea Andrea Dameri, direttore di Confesercenti Genova –. Per noi si tratta di uno strumento utile a valorizzare tutte le imprese che offrono già oggi il WiFi a Genova e ad incentivarne l'utilizzo, coerentemente con le politiche del Comune e di Genova Smart City. OGWiFi rappresenta un tassello ulteriore nella costruzione del sistema di accoglienza della città».
 
«Lo sviluppo del wi-fi libero rientra tra gli obiettivi di questa amministrazione che, con convinzione, ha patrocinato l'iniziativa proposta da Confesercenti dichiarano gli assessori Francesco Oddone e Isabella Lanzone –. Sempre più persone sono alla ricerca di ambientii dove connettersi alla rete in modo semplice e gratuito, sia per lavoro che per svago. La mappatura degli esercizi wi-fi è un'iniziativa preziosa e costituirà un ottimo strumento di supporto a cittadini e visitatori. Gli esercenti genovesi hanno già da tempo compreso l'importanza di offrire questo servizio aggiuntivo che contribuisce a migliorare la qualità della proposta commerciale e di quella turistica della nostra città. Questo progetto servirà a valorizzare anche la loro iniziativa».
 
A Genova, ha riferito Lanzone, gli hotspot già predisposti dal Comune sono 133, di cui 40 instalati nell'ultimo anno, e altre 20 postazioni saranno installate, a breve, nelle zone di interscambio e di bike sharing.
 
 

Novità giuridiche finanziarie
Lo stabilisce la legge di bilancio pubblicata in Gazzetta ufficiale lo scorso 29 dicembre. Ogni datore di lavoro dovrà dunque corrispondere la retribuzione solo ed esclusivamente con un bonifico su conto corrente, con strumenti di pagamento elettronico, tramite assegno oppure in contanti, ma solo presso sportello bancario o postale.
Il lavoratore avente diritto alla corresponsione della Naspi può richiedere la liquidazione anticipata a titolo di incentivo all'avvio di un'attività lavorativa autonoma, come stabilito dall'Inps in una circolare contenente precisazioni in merito alla compatibilità delle indennità di disoccupazione con alcune tipologie di attività lavorativa e di reddito.
Vengono introdotte regole più stringenti per l'utilizzo in compensazione dei crediti tributari prevedendo, in generale, una riduzione a 5mila euro della soglia al di sopra della quale è obbligatoria l'apposizione del visto di conformità nonché l'obbligo di utilizzo dei servizi telematici dell'Agenzia delle entrate per le compensazioni di qualunque importo.
Lavoro e contrattualistica
La misura rientra nell'ambito dell'accordo collettivo territoriale sottoscritto lo scorso 10 dicembre da Confesercenti, che estende a tutte le aziende associate della Città metropolitana di Genova la possibilità di applicare le deroghe ed esclusioni per le assunzioni a tempo determinato già previste per le aziende stagionali.
Mercato del Lavoro - Cassa integrazione - Detassazione - Apprendistato - Conciliazione - Attività Rlst
L'intesa sottoscritta lo scorso 7 settembre con Cgil, Cisl e Uil riguarda la rappresentanza ed il modello contrattuale e servirà da cornice ai futuri rinnovi dei contratti relativi a Servizi e Turismo. Il commento del presidente di Confesercenti Liguria Marco Benedetti e dei rappresentanti sindacali.
Confesercenti Liguria - Codice Fiscale 95005740105 - Giornale On line - Copyright © Confesercenti Liguria All rights reserved - Credit  -  Informativa sui cookie