Discoteche, istituito a Savona il "Marchio del divertimento sicuro"

Giovedì 28 luglio le associazioni di categoria e gli istituti di vigilanza privata hanno sottoscritto in Prefettura a Savona un protocollo d'intesa per garantire la sicurezza dei frequentatori di discoteche e sale da ballo. L'accordo prevede, in particolare, l'istituzione di un albo dei gestori in possesso di tutti i requisiti necessari a potersi fregiare del "Marchio del divertimento sicuro".

L'intesa punta a rafforzare la collaborazione tra istituzioni e operatori del settore, con l'obiettivo comune di consentire a giovani e frequentatori in genere di divertirsi in sicurezza in una cornice di legalità, premiando i locali "virtuosi" che osservino le norme di sicurezza e ne incentivino il rispetto della clientela attraverso un apposito avviso esposto all'ingresso; collaborino con le forze dell'ordine segnalando tempestivamente situazioni di eventuali pericolo; monitorino il rispetto dei limiti di età nel consumo di alcolici e favoriscano iniziative di sensibilizzazione sui pericoli dell'abuso di alcol e droghe.

L'iniziativa si inserisce nell'ambito dell'accordo quadro già sottoscritto tre anni fa a livello nazionale, che fissa i parametri a cui i locali devono attenersi per garantire la sicurezza dei clienti e degli stessi dipendenti, e segue di un mese l'analogo patto sottoscritto a Genova alla fine di giugno.

«L'accordo raggiunto testimonia dell'impegno e della serietà con la quale i gestori di discoteche e locali da ballo garantiscono la sicurezza dei loro clienti, ed è un segnale importante lanciato anche nei confronti dei pochi che, ancora, non si sono adeguati alle regole - commenta Giancarlo Cerisola, sottoscrittore del protocollo in qualità di presidente di Confesercenti Savona -. Compito delle associazioni sarà appunto quello di garantire, da parte dei titolari delle attività, il rispetto dei requisiti necessari alla permanenza o all'ingresso nell'albo dei gestori in possesso del Marchio del divertimento sicuro».
 
Marco Gaviglio
 
Rassegna stampa:

Novità giuridiche finanziarie
L’azzeramento dell’Irap è un intervento della Regione Liguria per rivitalizzare il tessuto produttivo e migliorare le capacità di investimento delle pmi. Per esercitare questo diritto, le imprese in possesso dei requisiti necessari dovranno fare domanda entro il 31 marzo prossimo.
Abolizione di Equitalia, con conseguente rottamazione delle cartelle; soppressione del tax day del 16 giugno con ridistribuzione delle scadenze fiscali; sostituzione degli studi di settore con quelli che vengono definiti indici di affidabilità fiscale; misure per il rientro dei capitali. Sono solo alcune delle tante novità per i contribuenti.
Lo scorso 31 ottobre è apparsa sulla Gazzetta ufficiale la legge istitutiva del Fondo per il pluralismo e l'innovazione dell'informazione, contenente le deleghe al governo in materia di ridefinizione della disciplina del sostegno pubblico per il settore dell'editoria. Ufficializzate anche le date per il rinnovo delle concessioni dei chioschi
Lavoro e contrattualistica
La misura rientra nell'ambito dell'accordo collettivo territoriale sottoscritto lo scorso 10 dicembre da Confesercenti, che estende a tutte le aziende associate della Città metropolitana di Genova la possibilità di applicare le deroghe ed esclusioni per le assunzioni a tempo determinato già previste per le aziende stagionali.
Mercato del Lavoro - Cassa integrazione - Detassazione - Apprendistato - Conciliazione - Attività Rlst
L'intesa sottoscritta lo scorso 7 settembre con Cgil, Cisl e Uil riguarda la rappresentanza ed il modello contrattuale e servirà da cornice ai futuri rinnovi dei contratti relativi a Servizi e Turismo. Il commento del presidente di Confesercenti Liguria Marco Benedetti e dei rappresentanti sindacali.
Confesercenti Liguria - Codice Fiscale 95005740105 - Giornale On line - Copyright © Confesercenti Liguria All rights reserved - Credit  -  Informativa sui cookie