Scibilia, Confesercenti Imperia: «Il nuovo Dpcm ulteriore coltellata al cuore del commercio»

Intervistato da Sanremo News, il segretario di Confesercenti Imperia, Sergio Scibilia, commenta le ripercussioni sulle imprese dell'ultimo Dpcm emanato per il contenimento dell'emergenza epidemiologica: «Ormai, ogni Dpcm del governo nazionale è una coltellata al cuore del commercio. L’ultima decisione di arrestare la ristorazione alle 18 aumenta il dolore».

«Il mondo della ristorazione - prosegue Scibilia - produce lavoro e benessere per milioni di imprese, in modo diretto ed indiretto. È solo vanità pretendere di risolvere questo colpo basso con un po' di carità da versare sui conti correnti dei nostri ristoratori. Confesercenti si chiede chi risarcirà tutte le imprese dell'indotto che ruotano intorno alla ristorazione, ai pubblici esercizi, alle pasticcerie. Chi pensa a tutti i rifornitori di merce, alle aziende di servizi vari, a chi produce le attrezzature, i macchinari, ai manutentori. Chi paga il personale stagionale, gli addetti straordinari che alla sera dovranno stare a casa?».

"Un’altra considerazione: i bar, ristoranti, pub, gelaterie o pasticcerie chiusi alle 18 sono un colpo al cuore di tutto il commercio, a tutta la rete commerciale. Se chiudi delle vetrine, spegni una città, abbassi la guardia e uccidi le speranze. Le conseguenze economiche ricadono su tutto il mondo economico, anche per quelli che possono tenere (inutilmente) aperti. Con queste decisioni si creano più povertà, si aumenta il debito privato, le esposizioni bancarie. Il commercio delle botteghe tradizionali è un settore vitale della nostra società. I danni a queste attività saranno irreparabili per il prossimi vent'anni. Queste decisioni sono solo un aiuto diretto al mondo delle grosse multinazionali e non aiutano la sanità, non aiutano a curare i cittadini, a diminuire i contagi. Con questa decisione il governo ha chiuso il commercio».

«Siamo di nuovo - conclude il segretario provinciale di Confesercenti intervistato da Sanremo News - nel bel mezzo di una vera guerra economica».
 

Novità giuridiche finanziarie
Lo stabilisce la legge di bilancio pubblicata in Gazzetta ufficiale lo scorso 29 dicembre. Ogni datore di lavoro dovrà dunque corrispondere la retribuzione solo ed esclusivamente con un bonifico su conto corrente, con strumenti di pagamento elettronico, tramite assegno oppure in contanti, ma solo presso sportello bancario o postale.
Il lavoratore avente diritto alla corresponsione della Naspi può richiedere la liquidazione anticipata a titolo di incentivo all'avvio di un'attività lavorativa autonoma, come stabilito dall'Inps in una circolare contenente precisazioni in merito alla compatibilità delle indennità di disoccupazione con alcune tipologie di attività lavorativa e di reddito.
Vengono introdotte regole più stringenti per l'utilizzo in compensazione dei crediti tributari prevedendo, in generale, una riduzione a 5mila euro della soglia al di sopra della quale è obbligatoria l'apposizione del visto di conformità nonché l'obbligo di utilizzo dei servizi telematici dell'Agenzia delle entrate per le compensazioni di qualunque importo.
Lavoro e contrattualistica
La misura rientra nell'ambito dell'accordo collettivo territoriale sottoscritto lo scorso 10 dicembre da Confesercenti, che estende a tutte le aziende associate della Città metropolitana di Genova la possibilità di applicare le deroghe ed esclusioni per le assunzioni a tempo determinato già previste per le aziende stagionali.
Mercato del Lavoro - Cassa integrazione - Detassazione - Apprendistato - Conciliazione - Attività Rlst
L'intesa sottoscritta lo scorso 7 settembre con Cgil, Cisl e Uil riguarda la rappresentanza ed il modello contrattuale e servirà da cornice ai futuri rinnovi dei contratti relativi a Servizi e Turismo. Il commento del presidente di Confesercenti Liguria Marco Benedetti e dei rappresentanti sindacali.
Confesercenti Liguria - Codice Fiscale 95005740105 - Giornale On line - Copyright © Confesercenti Liguria All rights reserved - Credit  -  Informativa sui cookie