Alluvione a Ventimiglia e Val Roya, la situazione delle imprese

Ancora una volta la Liguria è in ginocchio per gli effetti di una devastante alluvione. I danni più gravi si registrano nell'estremo ponente, a Ventimiglia e nella Val Roya.
 
A riportare la situazione delle imprese è Sergio Scibilia, segretario di Confesercenti Imperia: «L'esondazione di venerdì notte del torrente Roya ha completamente investito il centro cittadino danneggiando, in particolare, proprio il quadrilatero commerciale attorno al municipio. In quest'area, l'80% delle attività economiche è stato danneggiato, finendo sotto un metro e mezzo di fango: stiamo parlando di circa 350 imprese e di danni per decine di milioni di euro, con singoli esercenti che denunciano già perdite nell'ordine di 400-500mila euro. E tutto questo senza contare i danni alle strutture pubbliche e alle infrastrutture».

La situazione è critica, naturalmente, anche a monte di Ventimiglia: «L'intera val Roya è stata travolta dalla piena del torrente, le località più colpite sono Airole e Olivetta, e tutti i collegamenti con il cuneese sono saltati - prosegue Scibilia -. Con strada e ferrovia inagibili, l'unico modo per raggiungere il Piemonte è quello di passare da Savona, con tutte le difficoltà che ne conseguono. Esprimiamo naturalmente la nostra solidarietà anche ai cittadini e alle imprese di Limone Piemonte e francesi, che versano in una situazione ancora peggiore della nostra».

«La cosa più importante, allo stato attuale, è la dichiarazione dello stato di emergenza da parte del governo centrale, al quale chiediamo la massima attenzione. Confesercenti, da parte sua, si è immediatamente attivata a tutti i livelli: la presidente nazionale Patrizia De Luise è in costante contatto con il presidente regionale Marco Benedetti e con le strutture territoriali, che hanno subito predisposto e distribuito ai commercianti i moduli AE della Regione Liguria per la segnalazione dei danni, concertati con la Protezione Civile».

«Confesercenti - aggiunge ancora Scibilia - ha immediatamente richiesto la sospensione di tutti i tributi, locali e nazionali, e messo a disposizione una squadra di tecnici per la rilevazione gratuita dei danni patiti dalle imprese. Restiamo in attesa delle linee guida rispetto all'iter e alle tempistiche cui attenersi per i risarcimenti. A breve, infine, organizzeremo anche una giornata di "desbarattu" per evadere la merce alluvionata e appronteremo, insieme a Confcommercio, un point presso il Comune di Ventimiglia per fornire assistenza alle imprese».

«In questi giorni drammatici Confesercenti c'è, a livello provinciale, regionale e nazionale: ora tocca alle istituzioni, e in particolare al governo, a cui chiediamo la massima attenzione e risposte tempestive: servono aiuti concreti e immediati, onde evitare che, ancora una volta, chi ha perso tutto nell'alluvione abbia l'impressione di essere stato abbandonato a sé stesso e vessato da mille pastoie burocratiche».
 
Marco Gaviglio
 
Rassegna stampa:
 
Alcune immagini dei danni prodotti dall'alluvione
 
 
 

Novità giuridiche finanziarie
Lo stabilisce la legge di bilancio pubblicata in Gazzetta ufficiale lo scorso 29 dicembre. Ogni datore di lavoro dovrà dunque corrispondere la retribuzione solo ed esclusivamente con un bonifico su conto corrente, con strumenti di pagamento elettronico, tramite assegno oppure in contanti, ma solo presso sportello bancario o postale.
Il lavoratore avente diritto alla corresponsione della Naspi può richiedere la liquidazione anticipata a titolo di incentivo all'avvio di un'attività lavorativa autonoma, come stabilito dall'Inps in una circolare contenente precisazioni in merito alla compatibilità delle indennità di disoccupazione con alcune tipologie di attività lavorativa e di reddito.
Vengono introdotte regole più stringenti per l'utilizzo in compensazione dei crediti tributari prevedendo, in generale, una riduzione a 5mila euro della soglia al di sopra della quale è obbligatoria l'apposizione del visto di conformità nonché l'obbligo di utilizzo dei servizi telematici dell'Agenzia delle entrate per le compensazioni di qualunque importo.
Lavoro e contrattualistica
La misura rientra nell'ambito dell'accordo collettivo territoriale sottoscritto lo scorso 10 dicembre da Confesercenti, che estende a tutte le aziende associate della Città metropolitana di Genova la possibilità di applicare le deroghe ed esclusioni per le assunzioni a tempo determinato già previste per le aziende stagionali.
Mercato del Lavoro - Cassa integrazione - Detassazione - Apprendistato - Conciliazione - Attività Rlst
L'intesa sottoscritta lo scorso 7 settembre con Cgil, Cisl e Uil riguarda la rappresentanza ed il modello contrattuale e servirà da cornice ai futuri rinnovi dei contratti relativi a Servizi e Turismo. Il commento del presidente di Confesercenti Liguria Marco Benedetti e dei rappresentanti sindacali.
Confesercenti Liguria - Codice Fiscale 95005740105 - Giornale On line - Copyright © Confesercenti Liguria All rights reserved - Credit  -  Informativa sui cookie