La Spezia, Rete Imprese Italia chiede lo slittamento della Tari al 30 settembre

Rete Imprese Italia e Confindustria chiedono al Comune della Spezia lo slittamento generalizzato al 30 settembre per il pagamento della Tari sulle utenze non domestiche e l'istituzione di un gruppo di lavoro congiunto per studiare l'applicazione della delibera Arera in merito alle misure urgenti a tutela delle utenze del servizio di gestione integrata dei rifiuti, alla luce dell'emergenza Covid-19.

«Mentre Levanto taglia a tutti il 50% della Tari 2020, Portovenere il 30% e altrettanto si preparano a fare Lerici, Varese Ligure, Castelnuovo Magra, Riomaggiore e altre amministrazioni, non solo non è ancora pervenuta dal Comune capoluogo una concreta proposta di riduzione, ma sono state inoltrate a tutti gli operatori le cartelle, confermando l'importo dello scorso anno, solo accompagnate da una generica comunicazione e senza tener conto di quanto previsto dalla deliberazione di Arera», lamentano, in una dichiarazione congiunta, Rete Imprese e Confindustria.

«Per le attività non domestiche - prosegue la nota - si sarebbe potuto rinviare l'inoltro a settembre, in presenza di un quadro più chiaro che avrebbe permesso di quantificare l'eventuale riduzione. In questi anni anche il mondo delle imprese ha partecipato con impegno alla raccolta differenziata, permettendo al Comune della Spezia di raggiungere risultati importanti. Impegno riconosciuto dalla stessa amministrazione, ma che non ha portato, al momento, benefici negli importi richiesti. Il mondo delle imprese, che ha dovuto chiudere le attività in seguito ai vari dpcm succedutisi negli scorsi mesi, si aspetta che vengano adottati provvedimenti di totale esenzione del pagamento di un servizio che, loro malgrado, non hanno potuto utilizzare».

Novità giuridiche finanziarie
Lo stabilisce la legge di bilancio pubblicata in Gazzetta ufficiale lo scorso 29 dicembre. Ogni datore di lavoro dovrà dunque corrispondere la retribuzione solo ed esclusivamente con un bonifico su conto corrente, con strumenti di pagamento elettronico, tramite assegno oppure in contanti, ma solo presso sportello bancario o postale.
Il lavoratore avente diritto alla corresponsione della Naspi può richiedere la liquidazione anticipata a titolo di incentivo all'avvio di un'attività lavorativa autonoma, come stabilito dall'Inps in una circolare contenente precisazioni in merito alla compatibilità delle indennità di disoccupazione con alcune tipologie di attività lavorativa e di reddito.
Vengono introdotte regole più stringenti per l'utilizzo in compensazione dei crediti tributari prevedendo, in generale, una riduzione a 5mila euro della soglia al di sopra della quale è obbligatoria l'apposizione del visto di conformità nonché l'obbligo di utilizzo dei servizi telematici dell'Agenzia delle entrate per le compensazioni di qualunque importo.
Lavoro e contrattualistica
La misura rientra nell'ambito dell'accordo collettivo territoriale sottoscritto lo scorso 10 dicembre da Confesercenti, che estende a tutte le aziende associate della Città metropolitana di Genova la possibilità di applicare le deroghe ed esclusioni per le assunzioni a tempo determinato già previste per le aziende stagionali.
Mercato del Lavoro - Cassa integrazione - Detassazione - Apprendistato - Conciliazione - Attività Rlst
L'intesa sottoscritta lo scorso 7 settembre con Cgil, Cisl e Uil riguarda la rappresentanza ed il modello contrattuale e servirà da cornice ai futuri rinnovi dei contratti relativi a Servizi e Turismo. Il commento del presidente di Confesercenti Liguria Marco Benedetti e dei rappresentanti sindacali.
Confesercenti Liguria - Codice Fiscale 95005740105 - Giornale On line - Copyright © Confesercenti Liguria All rights reserved - Credit  -  Informativa sui cookie