La Spezia, il coordinamento Rete Imprese Italia rinnova la richiesta di aiuti alle imprese

Lunedì 4 maggio si è tenuta la riunione del coordinamento di Rete Imprese Italia della Spezia, l’associazione che riunisce le quattro associazioni di categoria maggiormente rappresentative delle piccole e medie imprese del territorio provinciale. All’incontro erano presenti Rita Mazzi, Roberto Martini, Angelo Matellini e Giuseppe Menchelli, rispettivamente direttori di Confesercenti, Confcommercio, Cna e Confartigianato. 

«Ci teniamo intanto a precisare come le nostre associazioni colloquino a livello nazionale con il governo, a livello regionale con l’assessorato alle attività produttive e, a livello locale, con le amministrazioni comunali. Da quando è scoppiata questa pandemia ci siamo immediatamente attivati chiedendo interventi urgenti e immediati in favore delle imprese quali esenzioni fiscali, posticipazione di scadenze di  pagamento dei tributi nonchè reali aiuti alle imprese, che però tardano ad arrivare o comunque arrivano in misure non soddisfacenti. Ciò che continuiamo a chiedere è innanzitutto la possibilità di dare una maggiore liquidità alle imprese, auspicando celerità nell’erogazione dei finanziamenti da parte delle banche. Continuiamo a chiedere una semplificazione della burocrazia alla quale, fino ad ora, non abbiamo assistito. Riteniamo opportuno dare una mano alle imprese attraverso aiuti a fondo perduto e togliendo Iva e imposte.

«Considerando che le quattro associazioni, insieme, rappresentano tutte le categorie - dal turismo che comprende i balneari, i ristoranti, gli esercizi pubblici, al commercio quindi il settore dell’abbigliamento, degli ambulanti e gli artigiani -, nell’ambito dell’incontro abbiamo manifestato una forte preoccupazione, poiché nonostante l’impegno non possiamo dire di aver visto i risultati sperati», conclude il coordinamento Rete Imprese nella sua nota congiunta.

I direttori delle quattro associazioni, preso atto del fatto che le imprese stanno compiendo ogni sforzo per la puntuale applicazione dei protocolli riguardanti la sicurezza dei lavoratori e della clientela grazie anche ai servizi offerti dalle rispettive organizzazioni, si propongono di intervenire nuovamente presso le istituzioni pubbliche allo scopo di ottenere che le imprese possano ripartire nel più breve tempo possibile.

Novità giuridiche finanziarie
Lo stabilisce la legge di bilancio pubblicata in Gazzetta ufficiale lo scorso 29 dicembre. Ogni datore di lavoro dovrà dunque corrispondere la retribuzione solo ed esclusivamente con un bonifico su conto corrente, con strumenti di pagamento elettronico, tramite assegno oppure in contanti, ma solo presso sportello bancario o postale.
Il lavoratore avente diritto alla corresponsione della Naspi può richiedere la liquidazione anticipata a titolo di incentivo all'avvio di un'attività lavorativa autonoma, come stabilito dall'Inps in una circolare contenente precisazioni in merito alla compatibilità delle indennità di disoccupazione con alcune tipologie di attività lavorativa e di reddito.
Vengono introdotte regole più stringenti per l'utilizzo in compensazione dei crediti tributari prevedendo, in generale, una riduzione a 5mila euro della soglia al di sopra della quale è obbligatoria l'apposizione del visto di conformità nonché l'obbligo di utilizzo dei servizi telematici dell'Agenzia delle entrate per le compensazioni di qualunque importo.
Lavoro e contrattualistica
La misura rientra nell'ambito dell'accordo collettivo territoriale sottoscritto lo scorso 10 dicembre da Confesercenti, che estende a tutte le aziende associate della Città metropolitana di Genova la possibilità di applicare le deroghe ed esclusioni per le assunzioni a tempo determinato già previste per le aziende stagionali.
Mercato del Lavoro - Cassa integrazione - Detassazione - Apprendistato - Conciliazione - Attività Rlst
L'intesa sottoscritta lo scorso 7 settembre con Cgil, Cisl e Uil riguarda la rappresentanza ed il modello contrattuale e servirà da cornice ai futuri rinnovi dei contratti relativi a Servizi e Turismo. Il commento del presidente di Confesercenti Liguria Marco Benedetti e dei rappresentanti sindacali.
Confesercenti Liguria - Codice Fiscale 95005740105 - Giornale On line - Copyright © Confesercenti Liguria All rights reserved - Credit  -  Informativa sui cookie