Qui! Group dichiarata fallita. Dameri: «Subito tavolo di crisi al Ministero e la riforma dei buoni pasto»

Andrea DameriAndrea Dameri, direttore di Confesercenti Genova, commenta a caldo la notizia del fallimento di Qui! Group: «Si tratta dell'epilogo peggiore per la vicenda dell'azienda genovese, soprattutto per i lavoratori e, ovviamente, per le aziende creditrici. È chiaro che l'accoglimento della tesi della procura apre scenari che vanno ben al di là della mera insolvenza. Come Fiepet Confesercenti garantiremo assistenza a tutti coloro i quali decideranno di presentare insinuazione al passivo per cercare di recuperare qualcosa.

«A questo punto si fa ancora più pressante la necessità di apertura di un tavolo di crisi al Ministero, come richiesto negli scorsi giorni dalla Fiepet nazionale per tutelare lavoratori e microimprese creditrici. Altrettanto fondamentale diventa, però, cogliere l'occasione per mettere mano alla normativa dei buoni pasto al fine di evitare il ripetersi di situazioni del genere e di proseguire nel progressivo strangolamento di bar, ristoranti ed esercizi alimentari da parte del sistema. Il rapporto aperto con in parlamentari liguri, finita l'emergenza dell'assistenza delle imprese per Ponte Morandi, deve ripartire per presentare quanto prima un impianto normativo che soddisfi le esigenze dello Stato, del pubblico impiego ma anche la vita delle nostre imprese».

Marco Gaviglio

Leggi anche su:


Novità giuridiche finanziarie
Lo stabilisce la legge di bilancio pubblicata in Gazzetta ufficiale lo scorso 29 dicembre. Ogni datore di lavoro dovrà dunque corrispondere la retribuzione solo ed esclusivamente con un bonifico su conto corrente, con strumenti di pagamento elettronico, tramite assegno oppure in contanti, ma solo presso sportello bancario o postale.
Il lavoratore avente diritto alla corresponsione della Naspi può richiedere la liquidazione anticipata a titolo di incentivo all'avvio di un'attività lavorativa autonoma, come stabilito dall'Inps in una circolare contenente precisazioni in merito alla compatibilità delle indennità di disoccupazione con alcune tipologie di attività lavorativa e di reddito.
Vengono introdotte regole più stringenti per l'utilizzo in compensazione dei crediti tributari prevedendo, in generale, una riduzione a 5mila euro della soglia al di sopra della quale è obbligatoria l'apposizione del visto di conformità nonché l'obbligo di utilizzo dei servizi telematici dell'Agenzia delle entrate per le compensazioni di qualunque importo.
Lavoro e contrattualistica
Mercato del Lavoro - Cassa integrazione - Detassazione - Apprendistato - Conciliazione - Attività Rlst
L'intesa sottoscritta lo scorso 7 settembre con Cgil, Cisl e Uil riguarda la rappresentanza ed il modello contrattuale e servirà da cornice ai futuri rinnovi dei contratti relativi a Servizi e Turismo. Il commento del presidente di Confesercenti Liguria Marco Benedetti e dei rappresentanti sindacali.
Previsti incrementi salariali di 26 euro per i dipendenti dei panifici artigianali e di 27 euro per quelli a indirizzo produttivo industriale; una rivisitazione del contratto di apprendistato, nuovi limiti all'utilizzo del tempo determinato, l'introduzione del "lavoratore di primo impiego" e del "regime di reimpiego".
Confesercenti Liguria - Codice Fiscale 95005740105 - Giornale On line - Copyright © Confesercenti Liguria All rights reserved - Credit  -  Informativa sui cookie