Ponte Morandi: tutti gli aggiornamenti su viabilità, trasporti ed emergenza sfollati

sfollati ponte morandiAnalogamente a quanto fatto per le imprese, dedichiamo un articolo di sintesi anche alla situazione degli sfollati, alle procedure di risarcimento per i privati e agli aggiornamenti su viabilità e trasporti che interessano tutta la cittadinanza.
 
MISURE STRAORDINARIE PER LA RIAPERTURA DELLE SCUOLE
Il tavolo per l'emergenza ha elaborato un piano in tre punti per garantire agli studenti colpiti dall'emergenza per il crollo del ponte Morandi una regolare ripresa dell'anno scolastico. Tra gli studenti coinvolti nelle misure del piano vi sono sia gli sfollati, sia quelli interessati dal blocco della mobilità. Tutte le informazioni utili nell'articolo a questo link.
 
AUTOSTRADA GRATUITA NELL'AREA GENOVESE
In base a quanto annunciato da Autostrade per l'Italia il 31 agosto, dal 6 settembre è operativa un'ulteriore estensione dell'area esente dal pagamento dei pedaggi: la tratta Genova Pra'-Genova Pegli-Genova Aeroporto diventa gratuita anche per chi proviene dalle entrate autostradali fino ad Albisola sulla A10 ed Ovada sulla A26; la tratta Genova Bolzaneto-Genova Ovest-Genova Est diventa esente da pedaggio per tutti i veicoli in entrata nei caselli fino a Vignole sulla A7 e Sestri Levante sulla A12.
 
Con una semplice dichiarazione - recandosi presso i Punto Blu di Genova Ovest e Genova Sampierdarena, oppure scrivendo a info @ autostrade.it - coloro che hanno pagato il pedaggio sulle tratte interessate a partire dal 14 agosto potranno chiederne il rimborso. Naturalmente, l'autostrada è chiusa tra i caselli di Genova Ovest e Genova Aeroporto.
 
AUTOBUS E METROPOLITANA
Amt ha disposto la limitazione ad alcune linee di bus ed il contestuale potenziamento degli orari della Metropolitana. A causa del blocco della viabilità di Via Fillak e delle altre vie di collegamento tra la Valpolcevera ed il centro di Genova, dal 14 agosto fino all'adozione di diverse soluzioni di viabilità, le linee 7, 9 e 63 sono limitate a Brin. La linea 63 è limitata alla rotatoria di Via Ferri.

La stessa Amt ha attivato due servizi di bus speciali aggiuntivi, gratuiti, dalle ore 6 alle 20. Una prima navetta collegherà piazza Acquaverde (Principe) a Sestri Ponente (via Hermada), con transito in entrambe le direzioni all'area arrivi dell'aeroporto Cristoforo Colombo. Il secondo servizio speciale è invece in funzione in Valpolcevera, dal lungotorrente Secca di Bolzaneto al capolinea della metropolitana di Brin.
 
Un'altra navetta gratuita da piazza Fanti d'Italia a via Fillak, in vigore tutti i giorni dalle 5 alle 22, è stata messa in servizio dal 22 agosto: i mezzi Amt in partenza da via Fanti d’Italia, percorrono via Buozzi, Dinegro, via di Francia, piazza Montano e via Fillak; in direzione opposta transitano per piazza Montano, via Cantore, Dinegro e via Fanti d’Italia.

Il funzionamento della metropolitana è esteso anche alle ore notturne, per la sola tratta tra Brin e Dinegro, dalle 21,30 alle 5, ora in cui riprende l'orario diurno potenziato. Venerdì e sabato, invece, la metropolitana è aperta sull'intera linea da Brin a Bringole fino all'una di notte. Il servizio è gratuito tra le stazioni di Dinegro e Brin in entrambe le direzioni.
 
L'8 settembre Amt ha comunicato che tutti gli sfollati potranno beneficiare dell'abbonamento annuale gratuito.
 
NAVEBUS
Sempre per fare fronte alla situazione di emergenza, Amt ha potenziato il servizio della Navebus che collega il ponente al centro città. Questi gli orari:
  • Da lunedì a venerdì:
    • da Molo Archetti Pegli  7.05 - 8.15 - 9.45 - 11.15 - 15 - 16.30 - 18;
    • da Porto Antico 7.40 - 9 - 10.30 - 14.15 - 15.45 - 17.20 - 18.40
  • Sabato e festivi:
    • da Molo Archetti Pegli 14.40 - 16.10 - 17.40 - 19;
    • da Porto Antico 14 - 15.20 - 17 - 18.20.
TRENI
La circolazione ferroviaria è interrotta sulla linea Genova-Ovada tra la stazione di Borzoli e quella di Principe. Trenitalia ha comunque attivato un servizio di navetta sostitutiva tra Ovada e Genova Voltri. I collegamenti da Genova per Milano e Torino sono tornati a percorrere l’itinerario di Mignanego e la linea Genova Piazza Principe-Bolzaneto-Busalla-Arquata Scrivia. Dal 3 settembre è stato ripristinato il traffico ferroviario tra Busalla e Genova Rivarolo con un treno ogni ora (a questo link tutti i nuovi orari).
 
 
SOSPESIONE DELLA TARI PER PRIVATI E IMPRESE DELLA ZONA ROSSA
Il 7 settembre il Comune ha sospeso i pagamenti della Tari per i fabbricati di civile abitazione e relativi ad attività economiche e produttive inseriti nella zona rossa. I cittadini coinvolti non dovranno presentare alcuna documentazione in quanto l’esclusione dalla tassa sui rifiuti verrà operata direttamente dagli uffici comunali per ogni singola utenza. Qualora fossero stati effettuati pagamenti in unica soluzione per tutto l’anno, il Comune provvederà a corrispondere i rimborsi dovuti. Si procederà successivamente all'iscrizione delle famiglie nei nuovi alloggi sulla base delle assegnazioni.
 
UTENZE DOMESTICHE
Iren ha sospeso la fatturazione alle utenze gas, energia elettrica e acqua situate negli stabili evacuati, e di aver bloccato le azioni di sollecito per le bollette già emesse. Sospese fino al termine dello stato di emergenza, inoltre, tutte le procedure di morosità, comprese quelle già avviate. Sono state inoltre previste procedure accelerate per l'apertura delle nuove utenze negli appartamenti in cui sono stati ricollocati gli sfollati, senza l'addebito di spese amministrative, e si è provveduto alla chiusura senza oneri di tutti i contratti di fornitura alle utenze interessate dal crollo. Gli sportelli di Iren e il numero verde 800 969696 sono in ogni caso a disposizione dei clienti per fornire tutta l’assistenza necessaria.
 
Per maggiori informazioni sulle utenze gas e luce collocate negli stabili evacuati, e per l'assistenza necessaria all'attivazione di nuove forniture, dal 30 agosto è attivo il numero verde 800 894130 dedicato ai clienti Iren Mercato. Per ogni necessità sono inoltre a disposizione gli sportelli di via Santi Giacomo e Filippo 9 (aperto da lunedì a venerdì dalle 8,30 alle 13,30 e dalle 14,30 alle 17,30; il sabato dalle 8,30 alle 12,30) e via Giotto 31 (aperto da lunedì a venerdì dalle 9 alle 13 e dalle 15 alle 18,30; il sabato dalle 9 alle 13).
 
RISARCIMENTI AI PRIVATI
Autostrade per l'Italia comunica di aver versato i contributi per le prime necessità a quasi tutte le famiglie della zona rossa costrette ad abbandonare la propria abitazione a causa del crollo del viadotto Polcevera: su un totale di 252 nuclei che hanno dovuto lasciare la casa, 245 hanno presentato richiesta di un contributo economico alla società per le primissime necessità. Di queste, 215 famiglie hanno già ricevuto il contributo economico richiesto per oltre 2 milioni di euro complessivi.
 
Il Comune ha invece predisposto i moduli per la segnalazione dei danni a beni di cittadini privati, da effettuare entro il 13 settembre. Maggiori informazioni su entrambe le procedure nell'articolo a questo link. A tal proposito si specifica che la segnalazione dei danni è passaggio necessario, ma non sufficiente, all'ottenimento dei rimborsi: i dati raccolti saranno infatti trasferiti alla Protezione civile regionale in attesa di una fase successiva in cui sarà possibile l’emissione di specifici bandi per le differenti tipologie di danno, ai quali potranno partecipare solo i cittadini che abbiano presentato, nei suddetti termini di tempo, il modello di segnalazione.
 
CANCELLATE LE CORSIE GIALLE DI VIA FILLAK, DISATTIVATA LA TELECAMERA DI VIA CANEPARI
Per alleviare le difficoltà del quartiere a ridosso della zona rossa, a partire dal 7 settembre sono state cancellate le corsie gialle che in via Fillak vengono utilizzate dai mezzi di Amt. Una decisione, presa da parte dell'amministrazione, che consente di aumentare il numero di parcheggi per i residenti, venendo incontro alle richieste dei commercianti della zona. Analogamente, per le stesse motivazioni, in via Canepari è stata disattivata la telecamera di controllo del transito per le corsie gialle per consentire a tutti i cittadini di utilizzare la strada.
 
MODIFICHE ALLA VIABILITÀ: LA SITUAZIONE AGGIORNATA AL 6 SETTEMBRE
Di seguito le ultime disposizioni adottate dalla Direzione mobilità e trasporti del Comune di Genova:
 
Via Borzoli
a) nel tratto compreso tra via Militare di Borzoli e via Ferri è istituito, tranne diversa e specifica segnalazione, il divieto di sosta e fermata;
b) permane l’obbligo di svolta verso sinistra per i veicoli che provenienti da via Borzoli, giungono all’intersezione con Corso Perrone.

Corso Ferdinando Maria Perrone
a) all’altezza dell’incrocio con via Borzoli e via Ferri, il transito sul nuovo ponte sovrastante il rio Fegino è consentito in doppio senso a tutti i veicoli;
b) il transito veicolare è consentito in entrambi i sensi nel segmento stradale compreso tra Via Borzoli e il civico 71 rosso;
c) divieto di circolazione veicolare e pedonale, fatta eccezione per i soli residenti ed i veicoli afferenti alle attività economico-produttive nel tratto compreso tra il civico 71 rosso e Via dei Laminatoi mediante accesso da monte;
d) divieto di circolazione veicolare e pedonale, fatta eccezione per i soli residenti ed i veicoli afferenti alle attività economico-produttive nel tratto compreso tra la rotatoria esistente all’intersezione con Via Perini e il civico 74 rosso mediante accesso da mare.

Via Giorgio Perlasca
a) divieto di circolazione veicolare e pedonale nel tratto compreso tra il sottopasso (compreso) del ponte di Via Renata Bianchi che collega Via Perlasca con Via 30 Giugno 1960 e Via Campi;  dal 6 settembre è stato riaperto l’imbocco di via Perlasca nella zona di Cornigliano. La strada è dunque di nuovo percorribile fino al ponte Renata Bianchi dove ci sarà obbligo di svolta a sinistra.
b) nella rampa di collegamento tra Via Perlasca e Via al Ponte Polcevera è invertito l’originario senso di marcia con l’istituzione della direzione consentita a senso unico da monte verso mare, e obbligo di dare la precedenza ai veicoli che provenienti da Via Perlasca proseguono in direzione monte;
c) tratto compreso tra la rampa di collegamento tra Via Perlasca e Via al Ponte Polcevera e Via Campi sono stabilite le seguenti prescrizioni:
  • ripristino del doppio senso di circolazione veicolare;
  • limite massimo di velocità di 30 km/h;
  • divieto di transito ad eccezione dei veicoli impegnati negli interventi nell’area interessata al crollo del Ponte Morandi, dei veicoli dei residenti e dei veicoli afferenti alle attività economico-produttive;
  • divieto di sosta e di fermata veicolare, con la sanzione accessoria della rimozione coatta dei veicoli inadempienti.
Via Argine Polcevera
a) nel tratto compreso tra Via Campi e Via Busalla sono stabilite le seguenti prescrizioni:
  • ripristino del doppio senso di circolazione veicolare;
  • divieto di transito ad eccezione dei residenti, dei veicoli afferenti alle attività economico-produttive e di quelli impegnati negli interventi nell’area interessata al crollo del Ponte Morandi;
  • limite massimo di velocità di 10 km/h;
  • obbligo di dare la precedenza ai veicoli provenienti dalla Via Perlasca.
b) nel tratto compreso tra Via Renata Bianchi e il civico 13 rosso sono stabilite le seguenti prescrizioni:
  • ripristino del doppio senso di circolazione veicolare regolamentato a senso unico alternato disciplinato a vista con diritto di precedenza per i veicoli in direzione mare;
  • divieto di transito ad eccezione dei residenti, dei veicoli afferenti alle attività economico-produttive e di quelli impegnati negli interventi nell’area interessata al crollo del Ponte Morandi;
  • limite massimo di velocità di 10 km/h;
  • divieto di fermata veicolare.
Via 30 Giugno 1960
a) divieto di circolazione veicolare e pedonale, nel tratto compreso tra Via Renata Bianchi e Via Greto di Cornigliano ad eccezione dei veicoli afferenti alle attività economico-produttive e di quelli impegnati negli interventi nell’area interessata al crollo del Ponte Morandi;
b) divieto di circolazione veicolare nel tratto compreso tra Via San Donà di Piave e Via Lorenzi fatta eccezione per i veicoli condotti da personale delle ditte Iren e Ireti con le modalità specificate al sottostante punto d), e dei soli residenti di Via Sant’Ambrogio di Fegino che, limitatamente all’utilizzo delle aree di sosta ubicate immediatamente a mare di Via al Ponte Polcevera, possono transitare secondo le seguenti modalità:
  • transito in doppio senso di circolazione su Via 30 Giugno 1960 nel tratto compreso tra le aree di sosta e Via al Ponte Polcevera;
  • transito in doppio senso di circolazione veicolare regolamentato a senso unico alternato disciplinato a vista con diritto di precedenza per i veicoli in direzione monte sulla rampa che da Via al Ponte Polcevera adduce a Via 30 Giugno 1960.
c) divieto di circolazione pedonale nel tratto compreso tra Via San Donà di Piave e Via Lorenzi fatta eccezione per i residenti di Via Sant’Ambrogio di Fegino che devono raggiungere i veicoli propri veicoli parcati nelle aree di sosta di cui al punto precedente e delle persone che, provenienti dalla passerella pedonale di Via Campi, si recano alle attività economico-produttive ubicate a monte di Via Lorenzi;
d) i veicoli condotti da personale delle ditte IREN e IRETI che operano servizio presso il sito di Via Greto di Cornigliano 20 e i veicoli impegnati negli interventi nell’area interessata al crollo del Ponte Morandi, possono seguire i seguenti percorsi:
  • Via 30 Giugno 1960 - tratto compreso dall’intersezione con Via Greto di Cornigliano e l’intersezione con Via San Donà di Piave - è ripristinato il doppio senso di circolazione. Nel tratto di strettoia presente in prossimità del viadotto ferroviario, è istituito il senso unico alternato disciplinato da impianto semaforico;
  • Via Greto di Cornigliano - tratto compreso tra l’intersezione con la Via Nicola Lorenzi l’intersezione con Via 30 Giugno 1960 - è ripristinato il doppio senso di circolazione. I veicoli che percorrono detto tratto di strada, giunti all’intersezione con la Via 30 Giugno 1960, hanno l’obbligo di fermarsi e dare la precedenza e di svoltare verso sinistra prima di immettersi nel flusso circolatorio di quest’ultima.
Via Greto di Cornigliano
a) divieto di circolazione veicolare e pedonale, nel tratto compreso tra Via Renata Bianchi e il civico 6 rosso ad eccezione dei veicoli afferenti alle attività economico-produttive e di quelli impegnati negli interventi nell’area interessata al crollo del Ponte Morandi;
b) ripristino del doppio senso di circolazione nel tratto compreso tra l’intersezione con la Via Nicola Lorenzi l’intersezione con Via 30 Giugno 1960. I veicoli che percorrono detto tratto di strada, giunti all’intersezione con la Via 30 Giugno 1960, hanno l’obbligo di fermarsi e dare la precedenza e svoltare verso sinistra prima di immettersi nel flusso circolatorio di quest’ultima.

Via Lorenzi
divieto di circolazione veicolare e pedonale.

Via Campi
divieto di circolazione veicolare ad eccezione dei veicoli impegnati negli interventi nell’area interessata al crollo del Ponte Morandi e dei veicoli afferenti alle attività economico-produttive.

Via Renata Bianchi (tratto compreso tra via Perlasca e via Tea Benedetti)
divieto di circolazione veicolare e pedonale e di fermata fatta eccezione per i mezzi di soccorso, dei residenti e dei veicoli afferenti alle attività economico-produttive ubicate in Via Argine Polcevera fino al civico 13 rosso.

Via Walter Fillak
a) divieto di circolazione veicolare e pedonale nel tratto compreso tra Via Campi e Via Vincenzo Capello;
b) in Via Walter Fillak, altezza intersezione via Capello, è istituito un capolinea della nuova linea Tpl “navetta”.

Via Enrico Porro
a) divieto di circolazione veicolare e pedonale e di fermata nel tratto antistante i civici 5, 7, 9, 11, 6, 6A, 8, 10, 12, 14 e 16.

Via del Campasso
a) divieto di circolazione veicolare e pedonale e di fermata nel tratto compreso tra il civico 24 escluso e il civico 39 compreso;
b) transito consentito ai soli residenti e ai veicoli afferenti alle attività economico-produttive nel tratto compreso tra Via della Pietra ed il civico 24, con regime di senso unico alternato a vista con accesso ed uscita da monte.

Salita Bersezio
a) divieto di fermata veicolare nel tratto compreso tra Salita al Forte della Crocetta e Via della Pietra;
b) divieto di circolazione veicolare e pedonale nel tratto compreso tra Salita al Forte della Crocetta e il civico 21 ad eccezione dei soli residenti;
c) divieto di circolazione veicolare e pedonale nel tratto compreso tra Via della Pietra e il civico 9 ad eccezione dei soli residenti.

Deroghe alle limitazioni di transito
I veicoli operativi della società Terna Rete Elettrica Nazionale in servizio per interventi e manutenzione
sulle reti di trasmissione in alta e altissima tensione targati DY169LZ, ET663LF, EB551DZ, EL384BA
 
EMERGENZA SFOLLATI
Il Comune di Genova, insieme alla Regione Liguria, ha concordato con Società Autostrade un supporto economico a favore degli sfollati per il pagamento delle rate dei mutui contratti per l’acquisto dell’abitazione che sono stati costretti a lasciare. L’aiuto sarà concesso almeno fino a quando non verrà deciso, da parte delle banche che hanno concesso il mutuo, un risarcimento o la cancellazione del mutuo stesso. Le persone interessate potranno recarsi negli sportelli loro dedicati presso la Scuola Caffaro e al Centro Civico Buranello per segnalare la propria situazione mostrando agli addetti la documentazione relativa.
 
 Sono disponibili sul sito del Comune di Genova a questo indirizzo, e presso gli infopoint del centro civico Buranello e della scuola Caffaro, gli elenchi di 170 immobili di proprietà pubblica e di 73 immobili di proprietà privata destinati ai cittadini sfollati per la tragedia di Ponte Morandi. L'assegnazione degli alloggi è già stata avviata e quasi completata.
 
Inoltre, presso l'Agenzia sociale per la Casa del Comune di Genova è stato istituito un apposito sportello a disposizione delle persone che intendono prendere in locazione oppure in comodato un alloggio di proprietà privato. Il personale del Comune è a disposizione per assistere nella stipula dei contratti. Gli appuntamenti possono essere presi attraverso l'invio di richiesta via e-mail all'indirizzo agenziacasa @ comune.genova.it oppure telefonicamente al numero 010/5573583.
 
L'amministrazione, per venire incontro alle richieste dei cittadini che intendono manifestare concretamente la propria solidarietà per l’emergenza abitativa, ha messo a disposizione per le donazioni le seguenti modalità di versamento:

C/C POSTALE n. 58504093
“EMERGENZE CITTA’ DI GENOVA – SERVIZIO TESORERIA”
Via Garibaldi 9 – 7 ° piano - 16124 Genova
IBAN: IT 44 T 07601 01400 000058504093

C/C BANCARIO n. 100880807
presso Unicredit S.p.A. GENOVA TESORERIA COMUNALE
IBAN: IT 08 T 02008 01459 000100880807

Si prega di indicare nella causale del versamento: “EMERGENZA ABITATIVA”
 
Sono 559 le persone costrette a lasciare la propria abitazione. Accanto al Centro Civico Buranello, il Comune ha allestito un ulteriore punto informativo all'interno della scuola Caffaro in via Gaz 3,  aperto da lunedì a venerdì dalle 9 alle 18.
 
Tra le varie iniziative intraprese per fare fronte all'emergenza, l'amministrazione comunale ha chiesto agli albergatori di Genova e dei comuni della Città Metropolitana la disponibilità ad ospitare le persone costrette a lasciare la propria abitazione. La richiesta è stata concordata con le associazioni di categoria e contribuirà a superare la fase acuta dell’emergenza. Le strutture disponibili sono pregate di restituire il prima possibile la scheda allegata e debitamente compilata, all'indirizzo mail servsociali @ comune.genova.it 
 
Inoltre è stata attivata la mail casedisponibili @ comune.genova.it per chi volesse mettere a disposizione un appartamento di proprietà alla quale indicare, oltre alle proprie generalità: dove si trova la casa, il numero dei vani e la metratura della superficie, il piano, la presenza o meno di ascensore e alcune informazioni sull’accessibilità, le condizioni per la messa a disposizione (locazione o comodato gratuito), l’eventuale esistenza di un posto auto. Richiesto anche l'allegato di una planimetria.
 
Cassa depositi e prestiti ha invece messo a disposizione del sistema di protezione civile la struttura ricettiva “Palazzina Ex Casa delle Infermiere”: 2.200 mq di superficie suddivisa in quaranta residence già arredati, in grado di accogliere oltre cento persone. Sono già in corso tutte le attività finalizzate a garantire in tempi brevi la piena fruibilità dell’immobile, che sarà assegnato al Comune a canone di livello sociale.
 
NUMERI UTILI
Nelle ore immediatamente successive all'emergenza, la Protezione Civile ha subito attivato il numero verde 800 640 771.Analogamente, sono attivi i seguenti i numeri per informazioni sulla viabilità 06 46530373, 06 46530439. Per informazioni sui treni straordinari e le cancellazioni previsti, numero verde di Trenitalia 800 892021. Gli sfollati possono rivolgersi al centro civico Buranello contattando numero 010 65981 predisposto dal Comune di Genova, numero verde Iren 800 969696; numero verde Iren Mercato per utenze degli appartementi sfollati e attivazione nuove forniture 800 894130. Per informazioni sulla ripresa dell'attività scolastica 0108331317. Si ricorda, infine, il numero verde 800 681121 per le imprese che abbiano subito danni diretti o indiretti.
 
Marco Gaviglio

Novità giuridiche finanziarie
Lo stabilisce la legge di bilancio pubblicata in Gazzetta ufficiale lo scorso 29 dicembre. Ogni datore di lavoro dovrà dunque corrispondere la retribuzione solo ed esclusivamente con un bonifico su conto corrente, con strumenti di pagamento elettronico, tramite assegno oppure in contanti, ma solo presso sportello bancario o postale.
Il lavoratore avente diritto alla corresponsione della Naspi può richiedere la liquidazione anticipata a titolo di incentivo all'avvio di un'attività lavorativa autonoma, come stabilito dall'Inps in una circolare contenente precisazioni in merito alla compatibilità delle indennità di disoccupazione con alcune tipologie di attività lavorativa e di reddito.
Vengono introdotte regole più stringenti per l'utilizzo in compensazione dei crediti tributari prevedendo, in generale, una riduzione a 5mila euro della soglia al di sopra della quale è obbligatoria l'apposizione del visto di conformità nonché l'obbligo di utilizzo dei servizi telematici dell'Agenzia delle entrate per le compensazioni di qualunque importo.
Lavoro e contrattualistica
Mercato del Lavoro - Cassa integrazione - Detassazione - Apprendistato - Conciliazione - Attività Rlst
L'intesa sottoscritta lo scorso 7 settembre con Cgil, Cisl e Uil riguarda la rappresentanza ed il modello contrattuale e servirà da cornice ai futuri rinnovi dei contratti relativi a Servizi e Turismo. Il commento del presidente di Confesercenti Liguria Marco Benedetti e dei rappresentanti sindacali.
Previsti incrementi salariali di 26 euro per i dipendenti dei panifici artigianali e di 27 euro per quelli a indirizzo produttivo industriale; una rivisitazione del contratto di apprendistato, nuovi limiti all'utilizzo del tempo determinato, l'introduzione del "lavoratore di primo impiego" e del "regime di reimpiego".
Confesercenti Liguria - Codice Fiscale 95005740105 - Giornale On line - Copyright © Confesercenti Liguria All rights reserved - Credit  -  Informativa sui cookie