Area ex Sio, pronta la mobilitazione contro un centro di grande distribuzione

Dopo il silenzio da parte dell'amministrazione comunale della Spezia sul futuro dell'area ex Sio Confesercenti, Confartigianato e Confcommercio stanno valutando l’eventualità di avviare una nuova iniziativa di mobilitazione degli operatori per rendere ancora più esplicito il dissenso delle piccole imprese del commercio rispetto all’operazione che è stata progettata. 
 
La preoccupazione degli operatori commerciali della città in merito all’eventuale apertura di una nuova struttura di grande distribuzione commerciale all’interno dell'area ex Sio è tanta, e Confesercenti, Confartigianato e Confcommercio hanno più volte sollecitato l'assessore regionale allo Sviluppo Economico Rixi e il sindaco della Spezia Peracchini ad agire, utilizzando tutti gli strumenti a loro disposizione, per salvaguardare il piccolo commercio anche per ragioni di coesione della compagine sociale e di sicurezza all’interno dei centri urbani. 
 
Le tre associazioni hanno, inoltre, condiviso e fatto proprio un documento elaborato da Confcommercio e presentato da tempo all’amministrazione comunale della Spezia contenente osservazioni puntuali sulla pratica urbanistica riguardante l’area ex SIO e sulle criticità emerse dall’esame degli atti e dal loro iter burocratico. 
 
Visto che nessuna risposta è ancora pervenuta si sta pensando ad una nuova mobilitazione. 

Novità giuridiche finanziarie
Lo stabilisce la legge di bilancio pubblicata in Gazzetta ufficiale lo scorso 29 dicembre. Ogni datore di lavoro dovrà dunque corrispondere la retribuzione solo ed esclusivamente con un bonifico su conto corrente, con strumenti di pagamento elettronico, tramite assegno oppure in contanti, ma solo presso sportello bancario o postale.
Il lavoratore avente diritto alla corresponsione della Naspi può richiedere la liquidazione anticipata a titolo di incentivo all'avvio di un'attività lavorativa autonoma, come stabilito dall'Inps in una circolare contenente precisazioni in merito alla compatibilità delle indennità di disoccupazione con alcune tipologie di attività lavorativa e di reddito.
Vengono introdotte regole più stringenti per l'utilizzo in compensazione dei crediti tributari prevedendo, in generale, una riduzione a 5mila euro della soglia al di sopra della quale è obbligatoria l'apposizione del visto di conformità nonché l'obbligo di utilizzo dei servizi telematici dell'Agenzia delle entrate per le compensazioni di qualunque importo.
Lavoro e contrattualistica
Mercato del Lavoro - Cassa integrazione - Detassazione - Apprendistato - Conciliazione - Attività Rlst
L'intesa sottoscritta lo scorso 7 settembre con Cgil, Cisl e Uil riguarda la rappresentanza ed il modello contrattuale e servirà da cornice ai futuri rinnovi dei contratti relativi a Servizi e Turismo. Il commento del presidente di Confesercenti Liguria Marco Benedetti e dei rappresentanti sindacali.
Previsti incrementi salariali di 26 euro per i dipendenti dei panifici artigianali e di 27 euro per quelli a indirizzo produttivo industriale; una rivisitazione del contratto di apprendistato, nuovi limiti all'utilizzo del tempo determinato, l'introduzione del "lavoratore di primo impiego" e del "regime di reimpiego".
Confesercenti Liguria - Codice Fiscale 95005740105 - Giornale On line - Copyright © Confesercenti Liguria All rights reserved - Credit  -  Informativa sui cookie