Sestri Levante, consegnate le pergamene alle nuove Botteghe Storiche e Locali della tradizione

cerimonia di consegna delle pergamene di bottega storica e locali della tradizioneSi è svolta mercoledì 21 marzo, presso la sala Ocule del palazzo comunale di Sestri Levante, la cerimonia di consegna delle pergamene alla bottega storica e ai sette locali della tradizione che hanno recentemente ottenuto questa identificazione e che si vanno ad aggiungere ai quindici esercizi già insigniti da questo riconoscimento.

«Siamo alla seconda tornata di riconoscimento dello status di bottega storica e di locale della tradizione, un percorso iniziato nel febbraio 2016 e che continua a muovere l’interesse degli esercenti storici della città – commenta la sindaca Valentina Ghio –. Si tratta di un progetto a cui abbiamo creduto molto e che fa parte del lavoro sul territorio e sul tessuto economico locale, sia dal punto di vista della tutela che della valorizzazione anche in chiave turistica. Gli esercizi storici sono un patrimonio di cultura e di ospitalità per le testimonianze, la storia che conservano, costituendo parte essenziale del patrimonio culturale e commerciale della nostra città e svolgono una funzione importante di custodia di relazioni umane, di tradizioni e di presidio del territorio».

I nuovi riconoscimenti sono stati definiti a fine 2017 dalla commissione costituita a questo scopo con l’assegnazione dello status di bottega storica al Bar Centrale di corso Colombo e dello status di locale della tradizione a Casalinghi Caddea, sempre in corso Colombo, alla cartoleria Assereto di via XXV Aprile, all’hotel Due Mari in vico del Coro, al ristorante hotel Mira in viale Rimembranza, ai bagni Sempione, sempre in viale Rimembranza, ai bagni Sporting di via Vittorio Veneto e al chiosco Dani Lisa anche questo su via Veneto.

L’iter per il conferimento dei riconoscimenti ha comportato l’esame delle richieste pervenute il sopralluogo delle attività per verificare che rispondessero ai criteri definiti dalla commissione per il riconoscimento della qualifica di bottega storica o dilocale della tradizione (elementi architettonici, arredi, attrezzature e strumenti di lavoro, documentazione, contesto storico ambientale). Nello specifico, per essere riconosciuti come “bottega storica”, è necessario svolgere la stessa attività, nello stesso locale, da almeno cinquant'anni e possedere almeno tre dei cinque requisiti richiesti, ovvero: arredi, attrezzature, elementi architettonici, documenti e contesto storico-culturale, mentre i “locali di tradizione”, devono aver svolto la stessa attività, nello stesso locale, da almeno cinquant'anni.

Attualmente l’elenco delle botteghe storiche di Sestri Levante include undici esercizi: Abbigliamento Rossi, Ai pesci vivi pescheria, alimentari Sanguineti, Antica Osteria Pizzarello, barbiere Baicin, Garibotto elettrodomestici, ristorante Portobello, Rossignotti – nelle sue tre sedi -, bar Centrale . I locali della tradizione includono invece 12 attività: bar gelateria Baciollo, merceria Marzi, stabilimento balneare Bagni Lido, stabilimento balneare Segesta, trattoria Antico Tannino, casalinghi Caddea, cartoleria Assereto, hotel Due Mari, ristorante hotel Mira, bagni Sempione, bagni Sporting e chiosco Dani Lisa.

Sono riaperti i termini per le candidature che verranno esaminate dalla commissione prima dell’inizio dell’estate: attualmente sono cinque le domande presentate all’Ufficio attività produttive. La commissione di valutazione è composta da Comune di Sestri Levante, segretariato regionale del Ministero dei Beni culturali per la Liguria, Soprintendenza archivistica e bibliografica, Soprintendenza archeologica delle belle arti e del paesaggio, Camera di Commercio e associazioni di Categoria Ascom e Confesercenti.

Novità giuridiche finanziarie
Lo stabilisce la legge di bilancio pubblicata in Gazzetta ufficiale lo scorso 29 dicembre. Ogni datore di lavoro dovrà dunque corrispondere la retribuzione solo ed esclusivamente con un bonifico su conto corrente, con strumenti di pagamento elettronico, tramite assegno oppure in contanti, ma solo presso sportello bancario o postale.
Il lavoratore avente diritto alla corresponsione della Naspi può richiedere la liquidazione anticipata a titolo di incentivo all'avvio di un'attività lavorativa autonoma, come stabilito dall'Inps in una circolare contenente precisazioni in merito alla compatibilità delle indennità di disoccupazione con alcune tipologie di attività lavorativa e di reddito.
Vengono introdotte regole più stringenti per l'utilizzo in compensazione dei crediti tributari prevedendo, in generale, una riduzione a 5mila euro della soglia al di sopra della quale è obbligatoria l'apposizione del visto di conformità nonché l'obbligo di utilizzo dei servizi telematici dell'Agenzia delle entrate per le compensazioni di qualunque importo.
Lavoro e contrattualistica
Mercato del Lavoro - Cassa integrazione - Detassazione - Apprendistato - Conciliazione - Attività Rlst
L'intesa sottoscritta lo scorso 7 settembre con Cgil, Cisl e Uil riguarda la rappresentanza ed il modello contrattuale e servirà da cornice ai futuri rinnovi dei contratti relativi a Servizi e Turismo. Il commento del presidente di Confesercenti Liguria Marco Benedetti e dei rappresentanti sindacali.
Previsti incrementi salariali di 26 euro per i dipendenti dei panifici artigianali e di 27 euro per quelli a indirizzo produttivo industriale; una rivisitazione del contratto di apprendistato, nuovi limiti all'utilizzo del tempo determinato, l'introduzione del "lavoratore di primo impiego" e del "regime di reimpiego".
Confesercenti Liguria - Codice Fiscale 95005740105 - Giornale On line - Copyright © Confesercenti Liguria All rights reserved - Credit  -  Informativa sui cookie