Emergenza Rincari, Spigno: «Senza intervento del governo, imprese costrette ad alzare i prezzi»

«Dati i continui rincari di energia, carburanti e forniture, che hanno conosciuto un'ulteriore impennata con la guerra in Ucraina, presto gli esercizi commerciali di ogni tipologia saranno costretti a rivedere al rialzo i prezzi dei prodotti e dei servizi offerti, a meno che il governo non vari interventi urgenti e concreti per calmierare la situazione. Altrimenti, per chi fa impresa sarebbe impossibile assorbire i costi crescenti senza intervenire sui propri listini».

A lanciare l'allarme è Massimiliano Spigno, presidente di Confesercenti Genova. «L'emergenza è generalizzata e riguarda praticamente qualsiasi attività, ma ci rendiamo anche conto delle parallele difficoltà dei consumatori, a loro volta alle prese con bollette domestiche sempre più alte ed il pieno di benzina o diesel che ha toccato cifre esorbitanti. Ci rendiamo conto benissimo di tutto questo perché ognuno di noi, oltre che imprenditore, naturalmente è a sua volta consumatore: vanno quindi messe in campo, al più presto, misure di sostegno a beneficio tanto delle aziende come dei singoli cittadini, a cominciare da quanto immediatamente in potere dello Stato, e cioè un taglio drastico alle accise e alle imposte che gravano pesantemente sul costo finale delle bollette».

«Il governo deve intervenire e fare presto, se non vogliamo che l'inflazione ci sfugga completamente di mano, causando un crollo senza precedenti nel potere di acquisto delle famiglie, e portando alla chiusura di migliaia di attività. Stiamo faticosamente uscendo da una pandemia senza precedenti e di tutto avevamo bisogno fuorché di un nuovo fronte di crisi», conclude Spigno.
 
Marco Gaviglio
 
Rassegna stampa:

Novità giuridiche finanziarie
L’azzeramento dell’Irap è un intervento della Regione Liguria per rivitalizzare il tessuto produttivo e migliorare le capacità di investimento delle pmi. Per esercitare questo diritto, le imprese in possesso dei requisiti necessari dovranno fare domanda entro il 31 marzo prossimo.
Abolizione di Equitalia, con conseguente rottamazione delle cartelle; soppressione del tax day del 16 giugno con ridistribuzione delle scadenze fiscali; sostituzione degli studi di settore con quelli che vengono definiti indici di affidabilità fiscale; misure per il rientro dei capitali. Sono solo alcune delle tante novità per i contribuenti.
Lo scorso 31 ottobre è apparsa sulla Gazzetta ufficiale la legge istitutiva del Fondo per il pluralismo e l'innovazione dell'informazione, contenente le deleghe al governo in materia di ridefinizione della disciplina del sostegno pubblico per il settore dell'editoria. Ufficializzate anche le date per il rinnovo delle concessioni dei chioschi
Lavoro e contrattualistica
La misura rientra nell'ambito dell'accordo collettivo territoriale sottoscritto lo scorso 10 dicembre da Confesercenti, che estende a tutte le aziende associate della Città metropolitana di Genova la possibilità di applicare le deroghe ed esclusioni per le assunzioni a tempo determinato già previste per le aziende stagionali.
Mercato del Lavoro - Cassa integrazione - Detassazione - Apprendistato - Conciliazione - Attività Rlst
L'intesa sottoscritta lo scorso 7 settembre con Cgil, Cisl e Uil riguarda la rappresentanza ed il modello contrattuale e servirà da cornice ai futuri rinnovi dei contratti relativi a Servizi e Turismo. Il commento del presidente di Confesercenti Liguria Marco Benedetti e dei rappresentanti sindacali.
Confesercenti Liguria - Codice Fiscale 95005740105 - Giornale On line - Copyright © Confesercenti Liguria All rights reserved - Credit  -  Informativa sui cookie