Spigno: «Il nuovo Waterfront diventi un polo della Nautica e della Blue economy»

«Il rilancio del Waterfront è fondamentale per lo sviluppo di un'importante area della città e per il forte impatto che potrà avere sul "brand" Genova, ma è necessario ricomprenderlo in una progettazione più ampia, che sappia tenere conto delle ricadute urbanistiche, di un piano della mobilità che travalichi l'ambito cittadino e di una strategia di marketing territoriale ben definita, superando quei modelli di riqualificazione, ormai superati, legati al mero ampliamento delle superfici commerciali». Così Massimiliano Spigno, presidente di Confesercenti Genova, nel suo intervento odierno al convegno sulla riqualificazione e valorizzazione del waterfront nell'ambito del Blue Economy Summit 2021.

«Ciò che occorre evitare - puntualizza Spigno - è l'ennesima replica fronte mare dell'offerta commerciale già presente in città, in quello che sarebbe un gioco a somma zero, se non addirittura negativa, per il nostro tessuto economico. Il vero obiettivo deve essere quello di creare un'offerta settorialmente specializzata, che sappia quindi intercettare una domanda che vada oltre il semplice bacino genovese: e penso ad un polo commerciale dedicato alla nautica, alla pesca sportiva, al mondo dell'economia del mare che, da anni, è alla ricerca di collocazione in una città da sempre avara di spazi».

«La strada da seguire - conclude il presidente di Confesercenti Genova - è dunque quella dell'Expo '92 che, attraverso il recupero delle aree dismesse del Porto Antico, ha saputo rappresentare un volano di crescita per tutta la città, creando un'offerta legata all'intrattenimento e al leisure che a Genova mancava, senza cannibalizzare il tessuto circostante e diventando, anzi, un nuovo polo attrattivo per i turisti in arrivo da fuori regione e dall'estero. Oppure pensiamo al progetto di waterfront del "Miglio Blu" presentato recentemente a La Spezia, a sua volta dedicato ad un distretto produttivo ben preciso quale, appunto, la nautica».

Marco Gaviglio

Rassegna stampa:


Novità giuridiche finanziarie
L’azzeramento dell’Irap è un intervento della Regione Liguria per rivitalizzare il tessuto produttivo e migliorare le capacità di investimento delle pmi. Per esercitare questo diritto, le imprese in possesso dei requisiti necessari dovranno fare domanda entro il 31 marzo prossimo.
Abolizione di Equitalia, con conseguente rottamazione delle cartelle; soppressione del tax day del 16 giugno con ridistribuzione delle scadenze fiscali; sostituzione degli studi di settore con quelli che vengono definiti indici di affidabilità fiscale; misure per il rientro dei capitali. Sono solo alcune delle tante novità per i contribuenti.
Lo scorso 31 ottobre è apparsa sulla Gazzetta ufficiale la legge istitutiva del Fondo per il pluralismo e l'innovazione dell'informazione, contenente le deleghe al governo in materia di ridefinizione della disciplina del sostegno pubblico per il settore dell'editoria. Ufficializzate anche le date per il rinnovo delle concessioni dei chioschi
Lavoro e contrattualistica
La misura rientra nell'ambito dell'accordo collettivo territoriale sottoscritto lo scorso 10 dicembre da Confesercenti, che estende a tutte le aziende associate della Città metropolitana di Genova la possibilità di applicare le deroghe ed esclusioni per le assunzioni a tempo determinato già previste per le aziende stagionali.
Mercato del Lavoro - Cassa integrazione - Detassazione - Apprendistato - Conciliazione - Attività Rlst
L'intesa sottoscritta lo scorso 7 settembre con Cgil, Cisl e Uil riguarda la rappresentanza ed il modello contrattuale e servirà da cornice ai futuri rinnovi dei contratti relativi a Servizi e Turismo. Il commento del presidente di Confesercenti Liguria Marco Benedetti e dei rappresentanti sindacali.
Confesercenti Liguria - Codice Fiscale 95005740105 - Giornale On line - Copyright © Confesercenti Liguria All rights reserved - Credit  -  Informativa sui cookie