Savona, lo spostamento del mercato slitta ancora. Anva: «Malcontento nella categoria»

Slitta ancora lo spostamento del mercato del lunedì a Savona. Già da qualche tempo si parlava del trasferimento dei banchi da piazza del Popolo alle vie del centro cittadino. Ma il neo assessore al Commercio savonese Maria Zunato vuole studiare il progetto e capire se questo spostamento è da fare oppure no. 
 
«Dopo tutta la situazione che si era venuta a creare nei mesi passati eravamo sicuri che non ci fossero più impedimenti per il trasferimento. - commenta Giulio Rossi, presidente Anva Confesercenti Savona - Nel frattempo, però, è subentrato il nuovo assessore al Commercio, che ritiene possano esserci problemi alla sicurezza e alla viabilità. Tutto già analizzato e considerato, ad oggi non spostare il mercato crea malcontento nella categoria».
 
Il percorso per arrivare al trasferimento del mercato da piazza del Popolo a via Paleocapa e altre vie limitrofe ha seguito l'iter regolare: sono stati scelti i posteggi all'interno delle vie messe a disposizione dall'amministrazione comunale, e quasi quaranta operatori hanno fatto richiesta di accorpamento delle licenze per aumentare la propria dimensione di vendita. Nel frattempo era stato presentato un ricorso al Tar da parte di un operatore che dall'amministrazione era stato inserito nel settore fiori e invece voleva essere inserito nel settore merce varia. 
 
«Il ricorso è stato fatto con richiesta di sospensiva immediata del provvedimento, quindi dello spostamento, - spiega Rossi - ma lo stesso giorno in cui il Tar ha riaperto, il 6 agosto, l'operatore ha deciso di ritirare la richiesta di sospensiva. A questo punto non c'è più nessun impedimento allo spostamento del mercato».
 
Il cambio di assessorato, però, frena ancora una volta: lo spostamento avverrà il prossimo anno a causa di problemi di sicurezza e viabilità.
 
«Ci sono mille problemi a spostare un mercato grande come quello di Savona, sicuramente, - commenta il presidente Anva Savona - ma erano tutte cose su cui l'amministrazione aveva già riflettuto. Il malcontento è per tre ragioni principali: l'area del centro è migliore, perché in centro; gli operatori che avevano accorpato le licenze con grande sforzo economico, in vista proprio dello spostamento, inoltre ci sono stati anche nuovi acquisti di licenze proprio per il trasferimento in centro. Infine, la ragione fondamentale per cui tutti vogliono spostarsi: l'amministrazione comunale non poteva eseguire il bando della direttiva Bolkestein sull'area del parcheggio di piazza del Popolo perché è un'area privata. La Bolkestein su area privata non si può fare, di conseguenza si era tutti d'accordo di spostare il mercato su un'area pubblica e fare lì la Bolkestein. Proprio in questi giorni abbiamo richiesto un appuntamento con l'assessore Zunato, in modo da poter parlare a voce di questi problemi, sperando di poter trovare al più presto una soluzione».

Novità giuridiche finanziarie
L’azzeramento dell’Irap è un intervento della Regione Liguria per rivitalizzare il tessuto produttivo e migliorare le capacità di investimento delle pmi. Per esercitare questo diritto, le imprese in possesso dei requisiti necessari dovranno fare domanda entro il 31 marzo prossimo.
Abolizione di Equitalia, con conseguente rottamazione delle cartelle; soppressione del tax day del 16 giugno con ridistribuzione delle scadenze fiscali; sostituzione degli studi di settore con quelli che vengono definiti indici di affidabilità fiscale; misure per il rientro dei capitali. Sono solo alcune delle tante novità per i contribuenti.
Lo scorso 31 ottobre è apparsa sulla Gazzetta ufficiale la legge istitutiva del Fondo per il pluralismo e l'innovazione dell'informazione, contenente le deleghe al governo in materia di ridefinizione della disciplina del sostegno pubblico per il settore dell'editoria. Ufficializzate anche le date per il rinnovo delle concessioni dei chioschi
Lavoro e contrattualistica
La misura rientra nell'ambito dell'accordo collettivo territoriale sottoscritto lo scorso 10 dicembre da Confesercenti, che estende a tutte le aziende associate della Città metropolitana di Genova la possibilità di applicare le deroghe ed esclusioni per le assunzioni a tempo determinato già previste per le aziende stagionali.
Mercato del Lavoro - Cassa integrazione - Detassazione - Apprendistato - Conciliazione - Attività Rlst
L'intesa sottoscritta lo scorso 7 settembre con Cgil, Cisl e Uil riguarda la rappresentanza ed il modello contrattuale e servirà da cornice ai futuri rinnovi dei contratti relativi a Servizi e Turismo. Il commento del presidente di Confesercenti Liguria Marco Benedetti e dei rappresentanti sindacali.
Confesercenti Liguria - Codice Fiscale 95005740105 - Giornale On line - Copyright © Confesercenti Liguria All rights reserved - Credit  -  Informativa sui cookie