Tari, a Savona si paga di più e in anticipo: prima rata forse il 16 aprile

A Savona cresce la protesta sulla Tari. Dopo la notizia dell'aumento della tassa sui rifiuti l'amministrazione comunale savonese ha deciso di anticipare di due mesi il pagamento. L'aumento è del 10%, ma non per tutti: bar, ortofrutta e ristoranti pagheranno il 5% in più.
La certezza dell'anticipo del pagamento si avrà soltanto questa sera, dopo la votazione in consiglio comunale, sempre che avvenga, visto che nell'ultima seduta era stato impossibile votare per mancanza del numero legale.
Se ci sarà l'approvazione entro il 16 aprile i cittadini saranno chiamati a versare la prima rata della tassa sui rifiuti. Dall'Ufficio Tributi del Comune di Savona spiegano che negli anni precedenti era possibile attendere fino a giugno in quanto le casse del Comune ricevevano a inizio anno importanti trasferimenti dallo Stato. L'assessore al Bilancio Luca Martino garantisce per il prossimo anno un contenimento della spesa.
I commercianti, che si aspettavano uno sconto sulla tassa dei rifiuti a fronte di una raccolta differenziata a spinta, non solo si trovano a dover pagare l'aumento del 5%, ma anche in tempi molto brevi: il primo bollettino è previsto per il 16 aprile, il secondo il 16 giugno e il terzo il 16 settembre. Sarà possibile anche il pagamento in un'unica soluzione nel primo versamento di aprile. 

Novità giuridiche finanziarie
L’azzeramento dell’Irap è un intervento della Regione Liguria per rivitalizzare il tessuto produttivo e migliorare le capacità di investimento delle pmi. Per esercitare questo diritto, le imprese in possesso dei requisiti necessari dovranno fare domanda entro il 31 marzo prossimo.
Abolizione di Equitalia, con conseguente rottamazione delle cartelle; soppressione del tax day del 16 giugno con ridistribuzione delle scadenze fiscali; sostituzione degli studi di settore con quelli che vengono definiti indici di affidabilità fiscale; misure per il rientro dei capitali. Sono solo alcune delle tante novità per i contribuenti.
Lo scorso 31 ottobre è apparsa sulla Gazzetta ufficiale la legge istitutiva del Fondo per il pluralismo e l'innovazione dell'informazione, contenente le deleghe al governo in materia di ridefinizione della disciplina del sostegno pubblico per il settore dell'editoria. Ufficializzate anche le date per il rinnovo delle concessioni dei chioschi
Lavoro e contrattualistica
La misura rientra nell'ambito dell'accordo collettivo territoriale sottoscritto lo scorso 10 dicembre da Confesercenti, che estende a tutte le aziende associate della Città metropolitana di Genova la possibilità di applicare le deroghe ed esclusioni per le assunzioni a tempo determinato già previste per le aziende stagionali.
Mercato del Lavoro - Cassa integrazione - Detassazione - Apprendistato - Conciliazione - Attività Rlst
L'intesa sottoscritta lo scorso 7 settembre con Cgil, Cisl e Uil riguarda la rappresentanza ed il modello contrattuale e servirà da cornice ai futuri rinnovi dei contratti relativi a Servizi e Turismo. Il commento del presidente di Confesercenti Liguria Marco Benedetti e dei rappresentanti sindacali.
Confesercenti Liguria - Codice Fiscale 95005740105 - Giornale On line - Copyright © Confesercenti Liguria All rights reserved - Credit  -  Informativa sui cookie