P.O. FESR Liguria 2014-2020 ANIMAZIONE ECONOMICA

P.O. FESR Liguria 2014-2020

Il Programma Operativo per l'utilizzo del Fondo Europeo di Sviluppo Regionale (FESR) per il periodo 2014-2020 rappresenta il principale strumento per lo sviluppo regionale, per il rilancio dell'economia e per il sostegno all'occupazione e risponde ai principi della politica di coesione dell’Unione Europea.

Essa definisce 11 Obiettivi Tematici (OT), indirizzati al raggiungimento degli obiettivi della Strategia "Europa 2020" di crescita intelligente, sostenibile e inclusiva e dell'Agenda territoriale 2020 di coesione territoriale.

Il PO FESR della Liguria, nel rispetto della politica UE di coesione, prevede l'articolazione in 6 Assi di intervento che corrispondono ai seguenti Obiettivi Tematici:

OT1 - Ricerca, sviluppo tecnologico e innovazione (Asse 1)

OT2 - Agenda digitale (Asse 2)

OT3 - Competitività delle piccole e medie imprese (Asse 3)

OT4 - Energia sostenibile e qualità della vita (Asse 4, 5 e 6)

La dotazione finanziaria assegnata alla Liguria per il periodo di programmazione 2014 - 2020 è pari a 392.545.240,00 €, così ripartita per Obiettivo tematico (OT):

OT1 - Ricerca, sviluppo tecnologico e innovazione 80.000.000 € 20,38%
OT2 - Migliorare l'accesso alle tecnologie dell'informazione e della comunicazione, nonché l'impiego e la qualità delle medesime 41.000.000 € 10,44%
OT3 - Promuovere la competitività delle piccole e medie imprese 135.000.000 € 34,39%
OT4 - Sostenere la transizione verso un'economia a basse emissioni di carbonio in tutti i settori 79.000.000 € 20,13%
OT5 - Promuovere l'adattamento al cambiamento climatico, la prevenzione e la gestione dei rischi 42.000.000 € 10,70%


La quota residuale è impegnata per le attività di "Assistenza Tecnica".


Per consultare la documentazione di riferimento, cliccare qui

 

L'Animazione Economica del P.O. FESR Liguria 2014-2020

Per consentire una conoscenza adeguata del P.O. FESR Liguria e delle regole di partecipazione, Regione Liguria ha inserito nell'Asse "Assistenza Tecnica" del P.O. stesso un'attività di "Animazione economica".

Come definito nella Determinazione della Giunta Regionale n. 1472 del 23 dicembre 2015, Unioncamere Liguria è stata individuata da Regione Liguria quale soggetto attuatore di tali attività, in collaborazione con il sistema camerale ed associativo.

Il piano di azione è quindi concordato ed attuato con i seguenti soggetti: Camera di Commercio di Genova, Camera di Commercio di Imperia, Camera di Commercio di La Spezia, Camera di Commercio di Savona; Confartigianato Liguria; Confcommercio Liguria; Confcooperative Liguria; Confesercenti Liguria; Confederazione Nazionale Artigianato (CNA) della Liguria; Confindustria Liguria; Legacoop Liguria.

L’animazione economica si struttura nei seguenti servizi:

1. Informazione ed orientamento alle imprese sulle misure del Programma

2. Monitoraggio e Valutazione dei risultati, ivi compresa l’elaborazione di proposte per eventuale rimodulazione degli interventi

 

I bandi del POR FESR

Per conoscere i bandi aperti del POR FESR e scaricare la relativa modulistica, cliccare qui

 

Per informazioni ed approfondimenti:

Monica Milzi
tel. 010 2485102 – e-mail: m.milzi@catliguria.it

Pietro Moresco
tel. 010 2485104 – e-mail: creditcom@catliguria.it


Seguici

   

News dal territorio
Novità giuridiche finanziarie
Abolizione di Equitalia, con conseguente rottamazione delle cartelle; soppressione del tax day del 16 giugno con ridistribuzione delle scadenze fiscali; sostituzione degli studi di settore con quelli che vengono definiti indici di affidabilità fiscale; misure per il rientro dei capitali. Sono solo alcune delle tante novità per i contribuenti.
Lo scorso 31 ottobre è apparsa sulla Gazzetta ufficiale la legge istitutiva del Fondo per il pluralismo e l'innovazione dell'informazione, contenente le deleghe al governo in materia di ridefinizione della disciplina del sostegno pubblico per il settore dell'editoria. Ufficializzate anche le date per il rinnovo delle concessioni dei chioschi
In base alla legge di stabilità 2016, la deduzione del 70% dei costi sostenuti in relazione ai lavoratori stagionali impiegati per almeno 120 giorni nell’arco di due periodi d’imposta successivi è riconosciuta anche se questi ultimi non sono consecutivi e soltanto se si tratta di giornate di effettivo impiego e non di assunzione formale.
Rapporti con il fisco e previdenza
Atteso a giorni un decreto del governo per estendere di tre settimane i termini attualmente in scadenza il 31 marzo. La misura consiste in una sanatoria delle contestazioni, multe comprese, e delle notifiche di accertamento su Irpef, Irap, Ires, contributi previdenziali e Inail e Iva.
Il provvedimento, frutto della pubblicazione in Gazzetta ufficiale della legge di conversione del decreto legge n. 244 del 2016, riguarda tutti i soggetti Iva con periodicità di invio mensile e trimestrale. La prima scadenza è pertanto quella di lunedì 27 marzo.
A partire da lunedì 20 febbraio e fino a lunedì 20 marzo i contribuenti che hanno sostenuto spese per sistemi di videosorveglianza digitale, sistemi di allarme e di vigilanza potranno inviare le domande di accesso al credito d’imposta tramite il sito www.agenziaentrate.gov.it
Lavoro e contrattualistica
In base all'accordo territoriale sottoscritto, le imprese commerciali liguri associate a Confesercenti sono esonerate dall'obbligo di stipula di uno specifico accordo aziendale e dal relativo deposito al ministero del Lavoro. In sua vece sarà sufficiente comunicare per via telematica la conformità degli indicatori di misurazione del premio applicati.
In seguito ai contatti avuti nelle ultime settimane con le organizzazioni sindacali, la presidenza nazionale di Confesercenti ha revocato la sospensione unilaterale decisa il mese scorso, nell'intenzione di favorire un clima più disteso delle relazioni sindacali, al fine di giungere in tempi brevi ad un'intesa.
Mercato del Lavoro - Cassa integrazione - Detassazione - Apprendistato - Conciliazione - Attività Rlst
Sviluppo e creazione d'impresa
Il servizio, offerto da Invitalia, mette a disposizione 50 milioni di euro sotto forma di prestiti a tasso zero a favore della nuova imprenditorialità rivolta ai giovani under 35 e alle donne. Gli uffici di Confesercenti sono a disposizione delle imprese per assistenza nella compilazione della domanda.
Di seguito un estratto dalle banche dati della rete Enterprise Europe Network relative alla ricerca di partner per progetti di ricerca e innovazione finanziabili dal programma Horizon 2020, nonchè alle richieste di collaborazioni tecnologiche e commerciali inerenti diversi settori di attività.
Lo strumento consiste in un fondo rotativo nazionale per finanziare iniziative di autoimpiego e di autoimprenditorialità agli under-30 iscritti a Garanziagiovani, attraverso credito agevolato: erogherà prestiti a tasso zero per importi da 5mila a 50mila euro. Domande a partire da metà gennaio.
Confesercenti Liguria - Codice Fiscale 95005740105 - Giornale On line - Copyright © Confesercenti Liguria All rights reserved - Credit  -  Informativa sui cookie