Approvato il decreto fiscale collegato alla legge di bilancio: ecco tutte le novità
SenatoDopo l'approvazione della Camera dei deputati, anche il Senato ha dato il via libera con 162 voti favorevoli e 86 contrari al decreto fiscale collegato alla legge di bilancio 2017.
 
Molte le novità per i contribuenti italiani, a cominciare dall'addio ad Equitalia, con conseguente rottamazione delle cartelle, e al cosiddetto tax day del 16 giugno, giorno in cui fino a quest'anno si concentravano numerose scadenze fiscali che vengono ora ridistribuite nell'arco del mese.

Queste i principali contenuti del provvedimento, che prevede anche nuove misure per quanto riguarda gli studi di settore ed il rientro di capitali in contanti:

ADDIO EQUITALIA. Equitalia viene abolita (rimane solo Equitalia Giustizia) e le sue funzioni passano all’Agenzia delle EntrateRiscossione, ente strumentale dell’Agenzia sottoposto al Ministero dell’Economia. L’ad diventa commissario straordinario per gestire la fase di transizione. Il personale viene trasferito al nuovo ente: non ci sarà una nuova selezione, ma una ricognizione delle competenze possedute. La nuova agenzia potrà svolgere attività di riscossione anche per i Comuni e utilizzare le banche dati per i controlli, tra cui quella dell’Inps.
 
ROTTAMAZIONE DELLE CARTELLE, INCLUSI I DEBITI 2016. Via sanzioni e interessi di mora per i carichi Equitalia. Si  pagheranno solo le somme iscritte a ruolo a titolo di capitale, nonché gli interessi legali e di remunerazione. Passano da 4 a 5 le rate previste dalla ‘rottamazione delle cartelle’: tre nel 2017 e due nel 2018. Inclusi i ruoli emessi fino a tutto il 2016. Il termine per la presentazione delle istanze slitta a fine marzo 2017; la risposta di Equitalia arriverà il 31 maggio. Il 70% delle somme dovute dovrà  essere versato nel 2017 e il restante 30% nel 2018. Per il 2017 la scadenza delle rate è fissata nei mesi di luglio, settembre e novembre e per il 2018 nei mesi di aprile e settembre. Con l’estensione ai debiti 2016 il governo conta di incassare 1,4 miliardi nel biennio 2017-2018.

ADDIO STUDI DI SETTORE, ARRIVANO GLI INDICI DI AFFIDABILITÀ. Addio agli studi di settore, sostituiti da indici di affidabilità fiscale. La misura prevede che a decorrere dal periodo d’imposta al 31 dicembre 2017, il MEF individui indici sintetici di affidabilità fiscale cui sono collegati livelli di premialità per i contribuenti più affidabili, anche in termini di esclusione o riduzione dei termini per gli accertamenti, al tal fine di stimolare l’assolvimento degli obblighi tributari ed il rafforzamento della collaborazione tra amministrazione finanziaria e contribuenti.
 
ARRIVA VOLUNTARY BIS CON PLATEA AMPLIATA. Arriva la seconda edizione della voluntary disclosure per le violazioni fino al 30 settembre 2016 che potranno essere regolarizzate fino al 31 luglio 2017. Potrà aderire alla voluntary bis su capitali detenuti in Italia anche chi ha già aderito alla precedente disclosure su capitali all’estero. Allo stesso modo chi ha già presentato istanza su somme detenute all’estero potrà aderire alla voluntary bis per contanti in Italia.
 
NUOVO SPESOMETRO TRIMESTRALE CON CREDITO D’IMPOSTA. Dal primo gennaio 2017 arrivano la comunicazione trimestrale telematica delle fatture emesse e ricevute e la comunicazione dei dati delle liquidazioni periodiche Iva al posto della comunicazione dell’elenco clienti e fornitori. Credito d’imposta di 100 euro anche per chi farà la fatturazione elettronica Iva oltre che per chi farà l’adeguamento tecnologico (possibilità quest’ultima prevista nel decreto fiscale collegato alla manovra). Inoltre 50 euro di credito d’imposta per lo spesometro.

POTENZIAMENTO DEL FONDO OCCUPAZIONE. La misura dispone l’incremento di 592 milioni, per l’anno 2016, del Fondo sociale per occupazione e formazione anche per il finanziamento degli ammortizzatori sociali in deroga.
 
600 MILIONI IN PIÙ PER I COMUNI ACCOGLIENTI. Arrivano 600 milioni di euro in più, attraverso le regioni, per i comuni che accolgono i richiedenti asilo.
 
NOTIFICA AVVISI FISCALI CON LA PEC. La notifica degli avvisi fiscali avverrà a mezzo di posta certificata a imprese e professionisti oltre che ai contribuenti che ne facciano richiesta. La Pec sarà utilizzata anche per la notifica degli atti sulle operazioni catastali e delle relative sanzioni.
 
PAUSA ESTIVA CON AGENZIA ENTRATE. Arriva una pausa estiva dal 1 agosto al 4 settembre durante la quale vengono sospesi i termini per la trasmissione dei documenti richiesti ai contribuenti dalla Agenzia delle Entrate e quelli per il pagamento delle somme dovute a seguito dei controlli automatici.
 
STOP AL TAX DAY. Stop al tax day del 16 giugno, giorno in cui si concentrano numerose scadenze fiscali (dall’Irpef, a Ires, Irap, Iva, Tari, cedolare affitti ecc.). Dal 1 gennaio 2017 le scadenze di Irpef, Ires e Irap saranno redistribuite entro la fine del mese.
 
PIÙ SEMPLICI CEDOLARE SECCA E DICHIARAZIONI IVI. Il regime della cedolare secca non decadrà più automaticamente in caso di mancata comunicazione della proroga di un contratto d’affitto ma ci sarà una sanzione da 50 a 100 euro. Sparisce anche l’obbligo di dichiarazione annuale ai fini dell’imposta sugli immobili detenuti all’estero (Ivi) che dovrà essere fatta solo in caso di variazioni.
 
TORNA F24 CARTACEO SOPRA I 1.000 EURO.  Torna il modello F24 cartaceo per pagare imposte superiori a 1.000 euro. La norma punta a semplificare gli adempimenti per i contribuenti che non hanno un conto corrente online.
 
CHIUSURA PARTITE IVA INATTIVE. Stabilita la chiusura d’ufficio per le partite Iva che risultano inattive da almeno tre anni.
 
PICCOLI PRELIEVI FUORI DA ACCERTAMENTI. Sono escluse ai fini dell’accertamento i piccoli prelievi bancari effettuati dalle imprese per l’attività quotidiana fino a 1.000 euro giornalieri e comunque non oltre i 5.000 euro mensili.
 
BOLLO VIRTUALE SU ASSEGNI CIRCOLARI E SPESE PROFESSIONISTI. Via libera al bollo virtuale sugli assegni circolari. Diventano deducibili le spese dei professionisti per alimenti e bevande e per prestazioni di viaggio o trasporto.

CONSEGNA CUD RINVIATA AL 31 MARZO.  Il termine per la consegna da parte del datore di lavoro della certificazione unica (il vecchio CUD) viene posticipata dal 28 febbraio al 31 marzo.

LIMITE RIMBORSI FISCALI SALE A 30.000 EURO. Il limite per richiedere rimborsi fiscali senza garanzie bancarie sale da 15.000 a 30.000 euro.
 
PROROGA DIRIGENTI AGENZIA DELLE ENTRATE. Gli  incarichi dirigenziali delle Agenzia delle Entrate sono prorogati fino a fine settembre 2017. La misura è stata adottata in attesa di avviare le procedure concorsuali per le posizioni organizzative temporanee istituite dopo la sentenza della Consulta che ha bocciato gli incarichi dirigenziali attribuiti a funzionari dell’Agenzia.
 
TAGLIO SANZIONI PER ERRORI DICHIARAZIONI IVA. Le sanzioni per chi non rispetterà le nuove regole per la fattura telematica e per la comunicazione trimestrale dell’Iva vengono ridotte. La norma prevede una sanzione di 2 euro per ogni fattura omessa o errata con un massimo di mille euro a trimestre e una sanzione dimezzata, con un massimo di 500 euro a trimestre, se si corregge l’errore entro 15 giorni. L’omessa, incompleta o infedele comunicazione Iva per via telematica sarà punita con una sanzione da 500 a 2mila euro, drasticamente ridotta rispetto al testo del decreto che prevedeva una sanzione da 5.000 a 50.000. L’importo ridotto alla metà se entro 15 giorni sarà effettuata la trasmissione corretta dei dati.

RAFFORZATE NORME SU PIGNORAMENTO. L’articolo 3 del decreto fiscale collegato alla manovra rafforza ulteriormente le norme per il potenziamento della riscossione. La norma obbliga l’Agenzia delle Entrate ad acquisire le informazioni relative ai rapporti di lavoro o di impiego, accedendo direttamente, in via telematica, alle specifiche banche dati dell’Inps.
 
VIGILANZA DEL MEF SUI 600 MLN PER LA CAMPANIA. Arriva la vigilanza del Ministero dell’Economia sui 600 milioni di euro destinati dal decreto fiscale alla Regione Campania per ripianare il suo debito verso la società di trasporto regionale ferroviario Eav. Nella stessa norma sono previsti 90 milioni per il Molise a copertura dei debiti del servizio di trasporto pubblico regionale nei confronti di Trenitalia.
 
SBLOCCATI 11 MILIONI DA RISPARMI ANAC. Sbloccati 11 milioni di euro derivanti dai risparmi di spesa dell’Autorità anticorruzione ma che l’Anac non poteva impiegare per i vincoli sanciti dal decreto di riforma della P.a. del 2014. La misura, alla luce dei nuovi incarichi affidati all’Anac tra i quali la vigilanza sulla ricostruzione e sul nuovo codice degli appalti, sblocca 1 milione di euro per il 2016 e 11 milioni per il 2017.
 
PER TAX CREDIT CINEMA 30 MILIONI IN PIÙ. Vengono raddoppiate le risorse aggiuntive previste nel 2016 nel decreto fiscale collegato alla manovra per il tax credit del cinema. La misura porta la dotazione incrementale da 30 milioni di euro a 60 milioni di euro. Il tax credit per il cinema potrà dunque contare su 200 milioni di euro nel 2016.

Novità giuridiche finanziarie
Vengono introdotte regole più stringenti per l'utilizzo in compensazione dei crediti tributari prevedendo, in generale, una riduzione a 5mila euro della soglia al di sopra della quale è obbligatoria l'apposizione del visto di conformità nonché l'obbligo di utilizzo dei servizi telematici dell'Agenzia delle entrate per le compensazioni di qualunque importo.
L’azzeramento dell’Irap è un intervento della Regione Liguria per rivitalizzare il tessuto produttivo e migliorare le capacità di investimento delle pmi. Per esercitare questo diritto, le imprese in possesso dei requisiti necessari dovranno fare domanda entro il 31 marzo prossimo.
Abolizione di Equitalia, con conseguente rottamazione delle cartelle; soppressione del tax day del 16 giugno con ridistribuzione delle scadenze fiscali; sostituzione degli studi di settore con quelli che vengono definiti indici di affidabilità fiscale; misure per il rientro dei capitali. Sono solo alcune delle tante novità per i contribuenti.
Rapporti con il fisco e previdenza
Uniformato il trattamento tra titolari di reddito di impresa e titolari di reddito di lavoro autonomo. Un altro decreto in dirittura d'arrivo, inoltre, stabilisce la proroga al 31 ottobre del termine per la presentazione del modello 770 e delle dichiarazioni su redditi e Irap.
L'Agenzia delle Entrate ha precisato che anche per i lavori avviati nell'anno in corso sarà possibile usufruire dell'agevolazione, applicabile all'acquisto di mobili e grandi elettrodomestici nuovi per un tetto di spesa di 10mila euro per appartamento.
Agenzia delle Entrate e Ministero dello Sviluppo economico specificano per quali categorie di beni scattino la proroga del super ammortamento e l'introduzione dell'iper ammortamento, una maggiorazione del 150% del costo di acquisizione di determinati beni ai fini della deduzione delle quote di ammortamento e dei canoni di locazione finanziaria.
Lavoro e contrattualistica
L'accordo offre alle aziende aderenti a Confesercenti e all'Ente bilaterale di poter usufruire dei regimi agevolati previsti. Per maggiori informazioni e assistenza negli adempimenti necessari, si rimanda ai referenti Federico Bozzo (tel. 010-2485111) e Cristina D'Arienzo (tel. 010-2485113).
Previsti incrementi salariali di 26 euro per i dipendenti dei panifici artigianali e di 27 euro per quelli a indirizzo produttivo industriale; una rivisitazione del contratto di apprendistato, nuovi limiti all'utilizzo del tempo determinato, l'introduzione del "lavoratore di primo impiego" e del "regime di reimpiego".
In base all'accordo territoriale sottoscritto, le imprese commerciali liguri associate a Confesercenti sono esonerate dall'obbligo di stipula di uno specifico accordo aziendale e dal relativo deposito al ministero del Lavoro. In sua vece sarà sufficiente comunicare per via telematica la conformità degli indicatori di misurazione del premio applicati.
Sviluppo e creazione d'impresa
Il servizio, offerto da Invitalia, mette a disposizione 50 milioni di euro sotto forma di prestiti a tasso zero a favore della nuova imprenditorialità rivolta ai giovani under 35 e alle donne. Gli uffici di Confesercenti sono a disposizione delle imprese per assistenza nella compilazione della domanda.
Di seguito un estratto dalle banche dati della rete Enterprise Europe Network relative alla ricerca di partner per progetti di ricerca e innovazione finanziabili dal programma Horizon 2020, nonchè alle richieste di collaborazioni tecnologiche e commerciali inerenti diversi settori di attività.
Lo strumento consiste in un fondo rotativo nazionale per finanziare iniziative di autoimpiego e di autoimprenditorialità agli under-30 iscritti a Garanziagiovani, attraverso credito agevolato: erogherà prestiti a tasso zero per importi da 5mila a 50mila euro. Domande a partire da metà gennaio.
Confesercenti Liguria - Codice Fiscale 95005740105 - Giornale On line - Copyright © Confesercenti Liguria All rights reserved - Credit  -  Informativa sui cookie