Da Confesercenti un progetto per il nuovo Mercato di Ventimiglia

convegno Ventimiglia Porta EuropaUn forum nazionale del commercio per studiare il rilancio di Ventimiglia e del suo territorio. È questo l'obiettivo di "Ventimiglia Porta d'Europa", evento svoltosi lunedì 4 dicembre al Forte dell'Annunziata di Ventimiglia e fortemente voluto dall'amministrazione comunale, dalla Regione Liguria, da Confesercenti e Confcommercio.

«Si è partiti dall'analisi di Ventimiglia dal punto di vista urbanistico ed economico - riferisce Giovanni Cosentino, funzionario di Confesercenti Imperia - per studiarne le potenzialità del territorio e dare risalto al carattere della città nel commercio e nel turismo. Individueremo temi specifici di possibile sviluppo come il nuovo porto di Cala del Forte e la Zona franca urbana».

«Questo forum parte da una sinergia importante tra pubblico e privato - aggiunge Marco Benedetti, presidente di Confesercenti Liguria -. Ventimiglia è una realtà storica importante per il commercio strategico, come tutte le zone di confine. In particolare, la città ha un mercato settimanale che conta circa trecento banchi di operatori. Il segretario generale di Confesercenti, Mauro Bussoni, ha annunciato al sindaco uno studio, finanziato dalla nostra associazione, per una riqualificazione del Mercato che punti alla qualità, alla modernità e all'innovazione in modo che si possa, per esempio, pagare sul mercato con lo smartphone. È un primo passo di un grande lavoro che faremo su Ventimiglia nei prossimi mesi».

«Ci sono tutte le potenzialità per attuare un progetto di recupero della città - dichiara Mauro Bussoni, segretario generale di Confesercenti -. Ci sono tantissime cose da fare partendo dalle infrastrutture, e c'è una perla che va lucidata: il Mercato. Vogliamo fare un investimento sulla sua riqualificazione mettendoci un impegno di natura finanziaria diretto, facendolo diventare un modello utile anche per altre esperienze. Ho dato un appuntamento al sindaco tra un anno per presentare un progetto che possa andare in questa direzione».

Elisa Zanolli
 
Leggi anche su:

Novità giuridiche finanziarie
Il lavoratore avente diritto alla corresponsione della Naspi può richiedere la liquidazione anticipata a titolo di incentivo all'avvio di un'attività lavorativa autonoma, come stabilito dall'Inps in una circolare contenente precisazioni in merito alla compatibilità delle indennità di disoccupazione con alcune tipologie di attività lavorativa e di reddito.
Vengono introdotte regole più stringenti per l'utilizzo in compensazione dei crediti tributari prevedendo, in generale, una riduzione a 5mila euro della soglia al di sopra della quale è obbligatoria l'apposizione del visto di conformità nonché l'obbligo di utilizzo dei servizi telematici dell'Agenzia delle entrate per le compensazioni di qualunque importo.
L’azzeramento dell’Irap è un intervento della Regione Liguria per rivitalizzare il tessuto produttivo e migliorare le capacità di investimento delle pmi. Per esercitare questo diritto, le imprese in possesso dei requisiti necessari dovranno fare domanda entro il 31 marzo prossimo.
Rapporti con il fisco e previdenza
Uniformato il trattamento tra titolari di reddito di impresa e titolari di reddito di lavoro autonomo. Un altro decreto in dirittura d'arrivo, inoltre, stabilisce la proroga al 31 ottobre del termine per la presentazione del modello 770 e delle dichiarazioni su redditi e Irap.
L'Agenzia delle Entrate ha precisato che anche per i lavori avviati nell'anno in corso sarà possibile usufruire dell'agevolazione, applicabile all'acquisto di mobili e grandi elettrodomestici nuovi per un tetto di spesa di 10mila euro per appartamento.
Agenzia delle Entrate e Ministero dello Sviluppo economico specificano per quali categorie di beni scattino la proroga del super ammortamento e l'introduzione dell'iper ammortamento, una maggiorazione del 150% del costo di acquisizione di determinati beni ai fini della deduzione delle quote di ammortamento e dei canoni di locazione finanziaria.
Lavoro e contrattualistica
L'intesa sottoscritta lo scorso 7 settembre con Cgil, Cisl e Uil riguarda la rappresentanza ed il modello contrattuale e servirà da cornice ai futuri rinnovi dei contratti relativi a Servizi e Turismo. Il commento del presidente di Confesercenti Liguria Marco Benedetti e dei rappresentanti sindacali.
L'accordo offre alle aziende aderenti a Confesercenti e all'Ente bilaterale di poter usufruire dei regimi agevolati previsti. Per maggiori informazioni e assistenza negli adempimenti necessari, si rimanda ai referenti Federico Bozzo (tel. 010-2485111) e Cristina D'Arienzo (tel. 010-2485113).
Previsti incrementi salariali di 26 euro per i dipendenti dei panifici artigianali e di 27 euro per quelli a indirizzo produttivo industriale; una rivisitazione del contratto di apprendistato, nuovi limiti all'utilizzo del tempo determinato, l'introduzione del "lavoratore di primo impiego" e del "regime di reimpiego".
Sviluppo e creazione d'impresa
Il servizio, offerto da Invitalia, mette a disposizione 50 milioni di euro sotto forma di prestiti a tasso zero a favore della nuova imprenditorialità rivolta ai giovani under 35 e alle donne. Gli uffici di Confesercenti sono a disposizione delle imprese per assistenza nella compilazione della domanda.
Di seguito un estratto dalle banche dati della rete Enterprise Europe Network relative alla ricerca di partner per progetti di ricerca e innovazione finanziabili dal programma Horizon 2020, nonchè alle richieste di collaborazioni tecnologiche e commerciali inerenti diversi settori di attività.
Lo strumento consiste in un fondo rotativo nazionale per finanziare iniziative di autoimpiego e di autoimprenditorialità agli under-30 iscritti a Garanziagiovani, attraverso credito agevolato: erogherà prestiti a tasso zero per importi da 5mila a 50mila euro. Domande a partire da metà gennaio.
Confesercenti Liguria - Codice Fiscale 95005740105 - Giornale On line - Copyright © Confesercenti Liguria All rights reserved - Credit  -  Informativa sui cookie